WhatsApp di nuovo a pagamento? Attenzione alla truffa

WhatsApp torna a pagamento oppure no? La nuova truffa che sta circolando nella chat di messaggistica istantanea potrebbe far cadere nel tranello molti utenti. Ecco come fare attenzione.

di , pubblicato il
WhatsApp torna a pagamento oppure no? La nuova truffa che sta circolando nella chat di messaggistica istantanea potrebbe far cadere nel tranello molti utenti. Ecco come fare attenzione.

WhatsApp è a pagamento oppure no? Lo ritornerà ad essere? WhatsApp rappresenta indubbiamente la chat di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo: gli utenti sarebbero in numero maggiore di 1 miliardo. Questa sua caratteristica – che ne ha fatto un vero e proprio fenomeno di costume – non può che attirare anche i cosiddetti pirati informatici, hacker che sfruttano l’ingenuità di alcuni utenti per introdursi, mediante link ‘fake’, all’interno degli smartphone di chi ci è caduto, rubando password e dati importanti come gli accessi ai conti correnti o altri servizi. Attenzione, comunque anche alla sicurezza: WhatsApp e l’incubo ‘privacy’, WINT e CatchApp ‘rubano’ conversazioni e dati smartphone.

Lo smartphone è sempre più uno strumento mediante il quale noi effettuiamo una serie di operazioni anche importanti dal punto di vista finanziario; si tratta, però, di dispositivi ancora troppo facilmente attaccabili da hacker esperti. Una delle strade preferite da questi ‘criminali’ informatici è proprio WhatsApp. Ecco la nuova truffa.

La nuova truffa di WhatsApp: la chat è a pagamento oppure no?

Le truffe su WhatsApp sono state innumerevoli negli ultimissimi tempi: secondo alcune statistiche, le più riuscite sono state quelle che presentavano dei buoni sconto per Carrefour o Ikea o quella che rinviava a un link ‘malware’ per caricare nuove emoticon. Ebbene, la nuova truffa che sta girando proprio in questo periodo riguarda il pagamento di 0,99 centesimi per il rinnovo dell’abbonamento con WhatsApp: arriva, infatti, un messaggio all’interno del quale si chiede di premere su un ‘link’ (contente malware) per effettuare l’operazione e poter continuare ad utilizzare la chat. Bisogna chiarire immediatamente che WhatsApp non è a pagamento e non lo sarà nel prossimo periodo: l’idea degli hacker è stata molto ben congegnata, nella misura in cui il servizio era effettivamente a pagamento fino agli inizi del 2016.

Insomma, molti utenti rischiano di crederci. Fate attenzione!

Qui tutte le informazioni su come cancellare un messaggio di Whatsapp dopo averlo inviato.

Le truffe di WhatsApp: come difendersi

Ma come difendersi dalla truffe di WhatsApp? Noi ne abbiamo parlato spesso. Innanzitutto, questi messaggi, molto spesso, sono scritti in un italiano molto zoppicante, in quanto gli hacker sono stranieri e utilizzano Google Translate (o simili) per tradurre il messaggio ‘ingannatore’. In secondo luogo, è buona consuetudine non aprire mai un link immediatamente e rifletterci su: i buoni-sconto non arrivano via WhatsApp ed è molto difficile che si possano vincere somme elevate soltanto perché utenti di una chat. Insomma, se il canale da cui arrivano messaggi contenenti link non è ufficiale, non apriteli e cancellate immediatamente la comunicazione.

Argomenti: , ,