WhatsApp novità 2017: la spunta verde, il mini editor e la pubblicità in chat

La spunta verde, il mini editor e la pubblicità in chat: ecco le ultime novità del 2017 messe in atto da WhatsApp per evitare in particolar modo le truffe e rendere l'utilizzo della chat più semplice.

di , pubblicato il
La spunta verde, il mini editor e la pubblicità in chat: ecco le ultime novità del 2017 messe in atto da WhatsApp per evitare in particolar modo le truffe e rendere l'utilizzo della chat più semplice.

Molte saranno le novità introdotte dalla app di messaggistica più famosa d’Italia, ovvero Whatsapp nelle prossime settimane. Ciò per evitare truffe ed abusi, introdurre un mini editor e sponsorizzare il proprio brand. Ecco le informazioni a riguardo con le info sui nuovi profili business.

WhatsApp ecco le novità 2017: la spunta verde

Tra pochissime settimane arriveranno in Whatsapp i profili business. Grazie ad essi i profili verificati saranno contrassegnati da una spunta verde che comparirà proprio vicino al nome del contatto. In questo modo si avrà la certezza di interagire con un un cliente della chat di messaggistica istantanea e non con un truffatore. Quando poi si avvierà una conversazione con un utente verificato, la chat informerà che la comunicazione è protetta con crittografia end-to-end. In questo modo si saprà che il profilo commerciale in questione è stato verificato e si cercherà quindi di evitare nuove truffe.

WhatsApp ecco le novità 2017: mini editor e la pubblicità in chat

Altra novità di Whatsapp sarà l’introduzione di un mini editor per la funzione “Stato” nell’applicazione per Android. Nel dettaglio si potranno creare degli stati personalizzati e scegliere anche alcuni parametri. Per attivare tale funzione, si dovrà premere sul nuovo tasto a forma di matita nella parte destra bassa della chat per modificare il font, aggiungere dei collegamenti ad internet, scegliere il colore dello sfondo che si preferisce e aggiungere delle emoji.

Infine, l’ultima novità è il fatto che si potrà sponsorizzare il proprio brand e la pubblicità in chat sarà contestuale alle ricerche che saranno fatte. Al momento, però, tale funzione è solo in fase sperimentale e limitata ad una cerchia ristretta di aziende che possono promuovere il loro brand con l’utilizzo di account certificati.

Per altre info, leggete anche: WhatsApp e Facebook Messenger nel mirino degli hacker: due truffe ‘nuove’ e geniali – come difendersi.

Argomenti: ,