WhatsApp, la terza spunta blu potrebbe dare un’informazione molto importante agli utenti

Indiscrezioni interessanti su una nuova funzione per WhatsApp? Arriverà davvero la terza spunta blu e a cosa serve?

di , pubblicato il
Whatsapp

Ebbene sì, potrebbe arrivare anche la terza spunta blu su WhatsApp. Stiamo parlando della linietta sotto il messaggio inviato in chat. Arriverà davvero? E soprattutto, a cosa servirebbe? I rumors sono contrastanti, ma vediamo di fare ordine.

WhatsApp, la terza spunta blu

Quando si invia un messaggi in chat ci sono diverse indicazioni che WhatsApp offre al mittente. La prima cosa che compare è la spunta grigia, significa che appunto il messaggio è stavo inviato. La seconda cosa è la doppia spunta grigia, questo invece ci indica che il destinatario ha ricevuto il messaggio. C’è poi una tera indicazione, ossia la doppia spunta blu, ciò ci dice che il messaggio è stato anche visualizzato. Naturalmente, nelle impostazioni delle privacy è possibile eliminare questa ultima opzione, in tal caso invieremo un messaggio, ma non sapremo mai se il destinatario l’ha letto oppure no (a meno che non sia lui a dircelo rispondendoci).

Ora però arriva anche un’altra opzione, o meglio, è più giusto usare il condizionale e dire che potrebbe arrivare. Al momento infatti i rumors sono incerti, e non tutti concordano sul fatto che questa terza spunta blu arriverà davvero. Alcune fonti infatti ci dicono che arriverà, altre che non è così. Ma in sostanza a cosa serve questa terza spunta blu? Per capirne l’utilità dobbiamo capire l’importanza della privacy sul web.

Privacy e WhatsApp, i rischi delle chat

Usare le chat in maniera impropria significa anche utilizzare i contenuti al loro interno in maniera indiscreta. La terza spunta blu infatti dovrebbe avvisare il mittente che è stato fatto uno screenshot della chat. In questo caso chi ha inviato il messaggio capirebbe che il destinatario ha conservato la conversazione per qualche scopo a lui ignoto.

Qual è il rischio di una trovata del genere? Se da un lato infatti si tutela la privacy, dall’altro si rischia di esacerbare le chat, immaginate infatti i litigi in casi come questi. Per questo motivo quindi molti esperti sono molto scettici sulla reale introduzione di questa opzione nell’app.

Potrebbe interessarti anche WhatsApp crea community, la nuova funzione è disponibile solo per questi smartphone

Argomenti: ,