WhatsApp, come inviare messaggi che si autodistruggono dopo 24 ore e preservare la privacy

Privacy e diritto all’oblio al centro di questa guida. Una nuova funzione su WhatsApp permette di inviare messaggi che scompaiono dopo 24 ore.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Privacy e diritto all’oblio al centro di questa guida. Una nuova funzione su WhatsApp permette di inviare messaggi che scompaiono dopo 24 ore.

Una novità rimasta un po’ segreta dell’ultimo aggiornamento WhatsApp risulta essere invece assolutamente decisiva e importante: si tratta della possibilità di inviare messaggi che si autodistruggono dopo 24 ore. La questione concerne, ovviamente, il problema della sicurezza, della privacy e del cosiddetto ‘diritto all’oblio’: qualora si dovesse inviare un messaggio o una foto o anche un video compromettente, attivando questa nuova funzionalità, esso scomparirà nell’arco di una giornata. Si tratta davvero di una rivoluzione passata sotto silenzio ed è per questo che abbiamo deciso di parlarne e dedicare una specifica guida su come inviare messaggi (foto e video) che si autodistruggono dopo 24 ore.

Approfondimento su WhatsApp Web: come usarlo da computer, tablet e iPad partendo dai sistemi Android, iPhone e Windows Phone. Inoltre come spiare le chat di un altro contatto da PC o con specifiche app e come difendersi. Infine: come cancellare un messaggio dopo averlo inviato.

WhatsApp, aggiornamento con possibilità di inviare messaggi che si autoeliminano dopo 24 ore

Occorre sottolineare un primo aspetto. La nuova funzionalità che stiamo discutendo rientra nel pacchetto dell’aggiornamento WhatsApp che ha visto l’arrivo della controversa modalità ‘Stato’, imitazione, secondo molti utenti e analisti, mal riuscita di funzionalità attive su SnapChat, Instagram e Facebook. Semplificando al massimo, contestualmente all’arrivo della possibilità di caricare messaggi, video e foto come ‘stati’ e che scompaiono dopo 24 ore, la chat di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, ha anche introdotto la possibilità di inviare messaggi ‘privati’ a singoli o gruppi con la possibilità che si autodistruggano dopo 24 ore. Fondamentale, per evitare che un ‘errore’ – pensiamo alla vicenda di Tiziana Cantone – possa trasformarsi nel dramma di una vita. La procedura è, comunque, molto semplice, ma sono necessari precisi accorgimenti.

‘Stati’ di WhatsApp: ecco cos’è e come funzionano gli stati personalizzati e, poi, come attivare la verifica in due passaggi.

WhatsApp, guida su come inviare messaggi che si autodistruggono dopo 24 ore

Si tratta, come probabilmente avrete già capito, di un modo per piegare la funzione ‘Stato’ di WhatsApp alle proprie esigenze. Una volta caricato un messaggio, un video o un’immagine sul proprio ‘Stato’, di default esso/essa sarà visualizzabile da parte di tutti nostri contatti, eppure c’è la possibilità di selezionare soltanto un numero ridotto (fino a uno solo) di ‘amici’ che potranno visualizzare i contenuti. Occorre, allora, modificare le impostazioni che riguardano la privacy. Ecco la guida:

  • aprire WhatsApp
  • andare sulla sezione ‘Stato’
  • premere su ‘Privacy’
  • selezionare ‘Condividi solo con’
  • scegliere la o le persone che potranno visualizzare il contenuto

L’elemento decisivo, per la questione della privacy e del diritto all’oblio, è che non solo i contenuti si autoeliminano dopo 24 ore, ma che non potranno essere salvati da chi li visualizza. Insomma, suggeriamo caldamente di utilizzare questa funzione ogniqualvolta non possiamo fare a meno di condividere messaggi, immagini o video compromettenti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Applicazioni e Giochi, App gratis Android, Applicazioni Android, Migliori app Android, Migliori app iOS, Migliori app Windows Phone, novità WhatsApp, Applicazioni iOS, Applicazioni Windows Phone, Chat

I commenti sono chiusi.