WhatsApp indigna gli utenti per il ritorno a pagamento, spunta in chat il messaggio

Ecco il messaggio in chat che spaventa e indigna gli utenti, ma stavolta il pericolo di un WhatsApp a pagamento nasconde insidie ancora peggiori.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Ecco il messaggio in chat che spaventa e indigna gli utenti, ma stavolta il pericolo di un WhatsApp a pagamento nasconde insidie ancora peggiori.

Bufale, bufale e ancora bufale. Le fake news sono sempre gratis, per questo abbondano sul web, e WhatsApp è il miglior mercato per scatenare logorroiche catene di Sant’Antonio. Stavolta però il messaggio arrivato in chat è di quelli che lasciano il segno. Si torna a parlare di canone per l’app, una notizia che ha fatto infervorare gli utenti.

WhatsApp a pagamento, ne sentivamo la mancanza

Ci mancava tantissimo questa vecchia bufala, ma purtroppo stavolta non è solo la fake news a spaventare, ma anche il contenuto che si porta dietro, un link che definire maligno è dir poco, si tratta di un sistema per rubare i dati del nostro dispositivo, come password salvate e altre informazioni per il phishing. Insomma, siamo davvero alla truffa più pericolosa possibile. Anche stavolta è la Polizia Postale a mettere in guardia, ma probabilmente ci sarà bisogno di pubblicizzare il più possibile le informazioni giuste per evitare conseguenze gravi al vostro telefonino.

Potrebbe interessarti anche: Facebook viola il GDPR, altra tegola per il nuovo regolamento sulla privacy

Ancora una volta si tenta di giocare con la paura degli utenti e magari con la cattiva memoria, ricordiamo che WhatsApp era a pagamento solo all’inizio della sua vita, ma ormai da anni è stato eliminato quel simbolico euro annuale da versare per usufruire dell’app. La chat e le sue funzioni sono assolutamente gratis e l’unico motivo per inviarvi questo messaggio è perché ci sono degli hacker che sperano che qualcuno ci caschi e clicchi sul link sotto il testo. Vi consigliamo quindi di cancellarlo immediatamente e segnalarlo all’app stessa come indesiderato o pericoloso.

Al momento non sappiamo se qualcuno è finito nella rete del malfattori, ma il fatto che periodicamente i criminali del web provino a giocare questa carta, fa capire che effettivamente qualche sprovveduto ancora si trova, solo quando non ci saranno più gli ingenui che ci cascano, allora probabilmente non dovremo più subire questa litania del WhatsApp a pagamento. Intanto, è bene tener sempre sotto occhio le indicazioni della Polizia Postale per rimanere informati su tutte le ultime notizie.

Potrebbe interessarti anche: Smartphone in offerta, su eBay ci sono Apple, Samsung e Huawei a prezzi convenienti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità WhatsApp, Chat