WhatsApp e lo storage, troppa memoria consumata?

Le memoria dello smartphone scarseggia, allora è il caso di dare un'occhiata ai salvataggi di WhatsApp.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Le memoria dello smartphone scarseggia, allora è il caso di dare un'occhiata ai salvataggi di WhatsApp.

WhatsApp immagazzina tantissime informazioni, non solo foto e video che riceviamo o carichiamo per inviare, ma anche messaggi testuali o vocali. Tutto questo, nonostante i nostri smartphone super capienti, finiscono a lungo andare per menomare il nostro storage. Come risolvere?

WhatsApp, problemi di memoria?

Il nuovo backup introdotto dalla app ha di molto limitato i danni, via le vecchie chat, quelle che hanno più di un anno vengono cancellate automaticamente, se avete da ridire a riguardo, pensate che invece il vostro smartphone ne sarà senza dubbio d’accordo. Per quanto riguarda invece foto, video e gig, il backup automatico ve le elmina in 29 giorni. Se infatti andate a controllare nella galleria noterete la dicitura apposita che vi informa infatti del contdown a riguardo.

Ma se invece proprio non volete attendere backup automatici e sistemi simili, allora non vi rimane che seguire alcune pratiche indicazioni per avere lo storage sempre libero e lontano da tutte le insidie di WhatsApp. Per prima cosa andiamo manualmente nella galleria ed eliminiamo tutti i file che non ci interessano, indipendentemente dalle diciture di countdown, riconosceremo comunque quelli di WhatsApp dall’apposita cartella web.

L’altro consiglio che vi diamo è quello di cancellare le chat ingombranti. Infine, quando una conversazione sembra ormai archiviata, è utile cancellarla così da non occupare più spazio. La soluzione definitiva è quella di disinstallare e reinstallare l’app, così da cancellare i file temporanei che occupano spazio invisibile. Questo rappresenta il colpo finale, cancellerete ogni cosa inerente la chat, se quindi volete tagliare la testa al toro, ecco la soluzione definitiva. Unico inconveniente, dover ogni volta reinstallare l’app.

Potrebbe interessarti anche: Password obsolete, la classifica del 2018 e consigli per crearle meglio

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat