WhatsApp e le bufale sul Coronavirus, c’è anche il chatbot per scovarle

Una chatbot per ghermirle tutte le fake news che ci fanno impazzire nell'era del Coronavirus.

di , pubblicato il
Una chatbot per ghermirle tutte le fake news che ci fanno impazzire nell'era del Coronavirus.

Ancora problemi di notizie sul web, purtroppo prosegue la disinformazione online, soprattutto ora che il Coronavirus genera panico e poca lucidità. Su WhatsApp tante le news che si dimostrano poi essere delle bufale, ma purtroppo il danno ormai è fatto, soprattutto quando l’inoltro parte impazzito. C’è però ora anche il chatbot a darci una mano.

WhatsApp, le bufale

L’inoltro è stato limitato negli ultimi tempi, il numero di inoltri da poter fare ora è ridotto, proprio per evitare questo uso massiccio di fake news. E’ come per la situazione del contagio, si cerca di limitare i danni tenendo la R il più bassa possibile. Per eliminare definitivamente il Covid 19 però ci vorrà il vaccino, e così per debellare una volta per sempre una determinata fake news ci vuole il chatbot, un confutatore virtuale.

Si tratta di un’intelligenza artificiale che ci dice se la notizia in questione è vera oppure no. Basta inviargli il link e il cervello elettronico fa l’analisi. Al momento il chatbot è solo in inglese, ma presto arriverà anche nelle altre maggiori lingue. Naturalmente il servizio offerto da WhatsApp è assolutamente gratuito, quindi tutti potremo utilizzare questa funzione senza spendere soldi.

Ricordiamo comunque che esiste anche la chat informativa dedicata proprio alle bufale sul Coronavirus, si chiama Facta e questo è il numero: +393456022504. Basta segnarlo in rubrica per avere poi la chat nel menu. A quel punto potrete inviare la news sospetta e vi diranno se si tratta di una notizia veritiera o se invece è una semplice bufale.

Argomenti: