WhatsApp, attenzione alla truffa dell’assegno in chat

Nuova incredibile truffa su WhatsApp, arriva la frode dell'assegno. Ecco come i criminali del web incassano il vostro pagamento.

di , pubblicato il
Nuova incredibile truffa su WhatsApp, arriva la frode dell'assegno. Ecco come i criminali del web incassano il vostro pagamento.

Non si finisce mai di imparare, stavolta a scatenare l’ira degli utenti WhatsApp è una truffa che ha sicuramente dell’ingegno, ma che si basa anche sull’ingenuità delle vittime e non solo. Arriva la truffa dell’assegno, scopriamo insieme di cosa si tratta.

Truffa WhatsApp, la foto dell’assegno

Sono sempre più numerosi in chat i gruppi di vendita e acquisti di prodotti di ogni genere, dalle auto agli accessori per la casa. Insomma, ognuno in chat fa ciò che vuole, ci mancherebbe, ma attenzione alle truffe che spesso si nascondono dietro questi gruppi di venditori. Negli ultimi mesi sono stati segnalati diversi casi di quella che è stata ribattezzata come la truffa dell’assegno. Vediamo di cosa si tratta precisamente e scopriamo come difendersi. In pratica, si tratta di una compravendita effettuata via chat.

Il venditore vi propone un prodotto, ad esempio una macchina, e vi chiede poi il pagamento tramite assegno bancario dopo aver concordato insieme il prezzo. A questo punto, il venditore vi invita a inviargli una foto dell’assegno per avere prova della vostra buona fede. Una volta inviata la foto in chat, il truffatore ha ottenuto il suo scopo e la truffa è servita. Basta infatti stampare la foto e compilarla a proprio piacimento per andarlo a riscuotere.

Naturalmente, affinché la truffa vada a segno, c’è bisogno della negligenza del banchiere che accetta l’assegno senza preoccuparsi di controllarlo, ad esempio senza accorgersi che il foglio utilizzato per la stampa non è quello impiegato per la produzione degli assegni. Insomma, l’ingenuità della vittima e la negligenza del banchiere si accoppiano affinché il truffatore possa godere della sua genialata. Massima attenzione quindi quando utilizzate la chat, e ricordate che le foto che inviate a sconosciuti possono sempre essere usate per scopi poco leciti, al di là del caso dell’assegno truffa.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp, inviare messaggi senza entrare in chat si può con questo trucchetto

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.