WhatsApp, aggiornamento e truffa: attenzione alle emoticon ‘infette’, torna il vecchio ‘Stato’ con interfaccia rinnovata

Attenzione, truffa WhatsApp delle emoticon infette nel giorno dell'arrivo dell'aggiornamento che re-introduce il vecchio Stato con interfaccia rinnovata.

di , pubblicato il
Attenzione, truffa WhatsApp delle emoticon infette nel giorno dell'arrivo dell'aggiornamento che re-introduce il vecchio Stato con interfaccia rinnovata.

Si parla nuovamente di truffa WhatsApp proprio nel giorno in cui arriva l’aggiornamento 2.17.111 che introduce nuovamente il vecchio ‘Stato’ con interfaccia rinnovata. Ecco, allora, come difendersi dalle emoticon infette come attivare nuovamente gli stati.

Ancora novità dal mondo WhatsApp: è in fase di roll-out l’aggiornamento 2.17.111 che, oltre a reintrodurre il vecchio ‘Stato’, procede anche in direzione di alcuni cambiamenti nell’interfaccia utente. Sono state, insomma, confermate tutte le indiscrezioni di cui si è parlato a lungo nelle giornate scorse: le lamentele degli utenti, che non hanno apprezzato i nuovi ‘stati’ sullo stile di SnapChat (che scompaiono dopo 24 ore) e l’azienda ha deciso di fare marcia indietro e ripristinare lo status quo ante. Intanto, però, si diffonde nuovamente una truffa WhatsApp già conosciuta, quella riguardante le emoticon, a segnalarla è, come sempre, la Polizia Postale.

Polemiche su WhatsApp, l’accordo con Facebook e la pubblicità in arrivo: polemiche degli utenti, ‘monetizzate sulle nostre spalle’.

Truffa WhatsApp: attenzione alle emoticon infette

Si torna a parlare, in queste ultime ore, anche di una truffa WhatsApp già ben conosciuta ma che potrebbe continuare a mietere vittime. Come segnalato dalla Polizia Postale, infatti, potrebbero arrivare chat contenenti emoticon e faccine, che sembrano provenire da contatti conosciuti, con il messaggio ‘Ecco le nuove emoticons. Troppo belle!’.

Qui WhatsApp e Telegram, allarme truffa: non aprite quella foto, fondamentale l’aggiornamento.

Se si abbocca alla truffa, i cyber criminali potrebbero riuscire a installare malware sul dispositivo del malcapitato e avere accesso ai contenuti WhatsApp, ma anche a tutti i dati presenti sul telefonino. Insomma, qualora abbiate anche dati bancari o cose di questo tipo memorizzati all’interno dello smartphone, il rischio è davvero importante. Dunque, attenzione alle emoticon ‘infette’!

WhatsApp, aggiornamento 2.17.111: vecchio ‘Stato e interfaccia rinnovata

L’azienda, con l’aggiornamento WhatsApp 2.17.111, ha deciso di ripristinare la vecchia tipologia di ‘Status’, dopo aver raccolto non solo le lamentele degli utenti, ma aver analizzato i dati di utilizzazione della nuova funzione. Secondo quanto riportato, soltanto un utente su dieci ha deciso di utilizzare la nuova funzione, mentre addirittura soltanto due su dieci hanno consultato questa tipologia di contenuti. Insomma, un fallimento su tutta la linea. Intanto, ecco una rapidissima guida su come impostare il vecchio ‘Status’: occorre andare in ‘Impostazioni’ e poi sul nome del profilo.

Sembra, però, che, nonostante il flop dell’operazione, l’azienda di Mark Zuckerberg intenda comunque riprovarci con funzionalità che imitino l’interazione social.

Da WhatsApp, ecco come cancellare un messaggio dopo averlo inviato e, su WhatsApp Web, ecco come usarlo da computer, tablet e iPad partendo dai sistemi Android, iPhone e Windows Phone.

Ma non è tutto. L’aggiornamento WhatsApp in arrivo (o in alcuni casi già arrivato) porterà con sé anche un cambiamento nell’interfaccia: i tasti che permettono di avviare una nuova telefonata, quelli per pubblicare uno stato e quelli per dare avvio a una nuova chat di messaggistica istantanea saranno posizionati in basso e non più nella barra in alto multi-funzione. Il design, come hanno notato in molti, richiama da vicino quello di Material Design.

Intanto come difendersi se qualcuno intende spiare le chat di un altro contatto da PC o con specifiche app.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , , , , ,