WhatsApp a rischio, basta ricevere una Gif per perdere tutto, aggiornamento immediato

Bisogna fare l'aggiornamento immediato all'ultima versione di WhatsApp se non si vogliono perdere tutti i dati dello smartphone. Scoperto bug.

di , pubblicato il
Bisogna fare l'aggiornamento immediato all'ultima versione di WhatsApp se non si vogliono perdere tutti i dati dello smartphone. Scoperto bug.

Terribile tegola per WhatsApp, scoperto un bug che permette di violare l’account e prenderne il controllo. Si tratta di una vera e propria falla del sistema, scoperta facilmente da un ricercatore.

WhatsApp, falla di sistema

A lanciare il panico è il ricercatore informatico Awakened, il quale invita tutti ad aggiornare immediatamente WhatsApp all’ultima versione.

Questo perché, appunto, la precedente è macchiata ormai da una pericolosissima falla che mette tutti potenzialmente in grande pericolo, basta infatti una semplice Gif per rubare l’account e prendere totalmente possesso dello smartphone. Il colosso è infatti al corrente della cosa e ha lanciato immediatamente una patch protettiva per correre ai ripari e mettere al sicuro i propri utenti.

Passare quindi tutti alla versione 2.19.244 è quindi doveroso, ma cosa ha scoperto precisamente questo ricercatore informatico? Il bug in questione è una vulnerabilità che viene chiamata double-free. Si tratta di un problema di corruzione della memoria del telefono, che può mandare il telefono KO, oppure in WhatsApp aprire direttamente le porte agli hacker. Questi possono quindi entrare senza alcun tipo di disturbo e procedere con la razzia di dati. Per fare tutto questo basterà infatti una semplice Gif, tra l’altro uno degli invii più utilizzati dagli utenti.

Si è scoperto, infatti, che basta inviare una GIF per infettare lo smartphone dell’utente con un exploit che apre letteralmente le porte a malintenzionati. A quel punto, basterà aprire la Gif in questione per rimanerne infettati e lasciare che l’hacker assuma il controllo dei propri dati all’interno del Device infetto. Al momento, comunque, nessuno risulta essere stato infettato, evidentemente il ricercatore ha scoperto la falla prima che lo facessero anche gli hacker. Ora però ne siamo tutti al corrente, malintenzionati compresi, quindi l’aggiornamento è d’obbligo.

Potrebbe interessarti anche: Deepfake, ci pensa Google, Big G lavora per debellare i falsi video

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.