APP GRATIS ANDROID, NOVITà WHATSAPP, APPLICAZIONI E GIOCHI

WhatsApp 2017, l’accordo con Facebook e la pubblicità in arrivo: polemiche degli utenti, ‘monetizzate sulle nostre spalle’

Grandi polemiche per quanto concerne la app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, WhatsApp: l'accordo con Facebook e la pubblicità in arrivo.

Condividi su
Seguici su
di Carlo Pallavicini, publicato il
Grandi polemiche per quanto concerne la app di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, WhatsApp: l'accordo con Facebook e la pubblicità in arrivo.

Grandi polemiche dal mondo degli utenti di WhatsApp, la chat di messaggistica istantanea più amata, per quanto concerne la fuga di notizie che vorrebbe l’arrivo della pubblicità via messaggio sulla app. Se, dunque, fino a qualche giorno fa si trattava poco più che di rumors, nelle ultime 24 ore è stato svelato che, all’interno del codice della app, sarebbe già presente una stringa che riguarda proprio l’inserimento della pubblicità all’interno delle singole conversazioni. In parole semplici, l’azienda sta soltanto attendendo il momento giusto e, probabilmente, la strategia mediatica più adeguata, per attivare questa funzionalità. Le polemiche sono accresciute anche da un altro aspetto, già fortemente criticato, e cioè la possibilità di scambio di informazioni tra l’account Facebook e quello WhastApp. Ma analizziamo con attenzione la questione.

Dal mondo WhatsApp, ecco come cancellare un messaggio dopo averlo inviato e, per quanto concerne WhatsApp Web, ecco come usarlo da computer, tablet e iPad partendo dai sistemi Android, iPhone e Windows Phone. Qui come spiare le chat di un altro contatto da PC o con specifiche app.

Come funzionerà la pubblicità su WhatsApp 2017 – critiche infuocate

Dall’analisi svolta sulla stringa presente nel codice, sembra che la pubblicità su WhatsApp 2017 dovrebbe funzionare in questo modo. I browser posseggono una serie di cookie che servono a raccogliere le informazioni sulle nostre attività di ricerca, per cui, quando ci troviamo sul nostro Facebook o su qualsiasi altro sito, compaiono proprio le pubblicità più ‘indicate’ per noi, come se fossero personalizzate. Whatsapp potrebbe funzionare alla stessa maniera: in parole semplici, si raccoglierebbero i contenuti delle chat (si dice ‘in forma anonima’), per capire quale pubblicità possa essere più ‘adatta’ all’utente finale. Insomma, la app, dopo essere divenuta gratuita, necessita di trovare il modo di monetizzare ed è proprio da questo punto di vista che sono scoppiate polemiche infuocate: si vuole fare profitto sulla privacy degli utenti.

Qui trovate come inviare messaggi che si autodistruggono dopo 24 ore e preservare la privacy e come tornare al vecchio ‘Stato’, link download e guida completa.

WhastApp 2017 in accordo con Facebook: la pubblicità e lo scambio di informazioni

Insomma, da un lato la Reuters ha scoperchiato il vaso di Pandora qualche giorno fa, poi c’è stata l’analisi del codice: il tutto sembra essere già stato deciso. Intanto, sembra che gli accordi tra WhatsApp e Facebook (ricordate le polemiche dell’estate scorsa?) potrebbero concretizzarsi proprio in questo senso: Facebook fornirebbe informazioni a WhatsApp e viceversa, per un monitoraggio ancora più completo dei nostri gusti e interessi, con buona pace di chi spera ancora di trovare privacy nel mondo del web, dei social e delle chat.  Certo, è anche vero che il web sopravvive grazie alla pubblicità, ma è altrettanto vero che conversazioni private non dovrebbero divenire ‘pubbliche’ (almeno per le agenzie pubblicitarie): sembra, insomma, che, a breve, dovremo abituarci a inserzioni all’apertura della app, probabilmente, anche durante il suo utilizzo nelle singole chat.

Condividi su
Seguici su
Argomenti: App gratis Android, novità WhatsApp, Applicazioni e Giochi

I commenti sono chiusi.