WhatsApp, altre 100 euro di multa in chat, cosa sta succedendo?

Ancora truffe su WhatsApp, spunta nuovamente il messaggio della finta multa. Ecco come fare per non cascare in questi tranelli presenti sul web.

di , pubblicato il
Ancora truffe su WhatsApp, spunta nuovamente il messaggio della finta multa. Ecco come fare per non cascare in questi tranelli presenti sul web.

Già qualche giorno fa il web si è infiammato intorno a questa truffa che ha coinvolto il mondo social, con particolare rilievo per WhatsApp, la chat di messaggistica istantanea che purtroppo si presta molto a questo genere di cose. Purtroppo però informare sull’accaduto non è bastato.

Truffa WhatsApp, la multa colpisce ancora

Ancora 100 euro di multa, questo il bluff che sta arrivando nuovamente nel mondo social a terrorizzare gli internauti meno avveduti.

Qualche giorno fa è arrivata la notizia che su diversi social network, in particolare WhatsApp che più si presta a questo tipo di messaggio, è arrivata la truffa e che purtroppo è costata 100 euro a molti utenti. Purtroppo, ci arriva notizia che ancora non si è riuscito ad interrompere questo afflusso di messaggi truffaldini e che ancora una volta c’è chi ci è cascato rimettendoci di tasca propria un po’ di soldini.

Leggi anche: WhatsApp, scandalo a Modena, foto di studentesse nude finiscono in chat

Sono due i messaggi che arrivano in chat, ecco il primo: “A causa di alcune connessioni illegali online, questo dispositivo sarà bloccato e tutti i file al suo interno contenuti verranno criptati fino al pagamento della multa”.“ Successivamente spunta poi il secondo messaggio:La Polizia italiana avverte che l’accesso a internet è ora limitato a causa della suddetta violazione di legge. Tutte le azioni compiute su questo dispositivo sono state interamente registrate. Tutti i file sono stati criptati. La dimensione della multa è pari a 100 euro. Se si lascia trascorrere un tempo di 24 ore senza pagare, l’account Google sarà bloccato e sarà utilizzato per un procedimento penale. La multa può essere pagata tramite l’apposito voucher PaySafeCard. PaySafeCard è disponibile in tutta sicurezza in Italia”.

WhatsApp, basta messaggi truffaldini

Accogliamo ancora una volta l’appello dei tanti utenti che chiedono di non essere truffati nuovamente, ad ogni modo gli internauti devono essere meno sprovveduti ed informarsi bene prima di rimetterci di tasca propria. Fare una ricerca su Google con le parole chiave giuste può farvi capire quando si tratta di truffa, inoltre, in casi estremi è giusto chiedere l’aiuto della Polizia Postale per avere un’informazione dettagliata in merito al messaggio ricevuto.

Leggi anche: WhatsApp, arriva la multa da 100 euro… e molti utenti l’hanno pagata davvero

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , ,