Stati Uniti sospendo i dazi dei servizi digital di 6 paesi, compresa l’Italia

Stop ai dazi dei servizi digital, la decisione degli USA in attesa di accordo su tassazione internazionale.

di , pubblicato il
web tax

Si torna a parlare di web tax e lo si fa con una notizia che ha fatto felice la Commissione Europea e non solo, stiamo parlando della decisione degli Stati Uniti di sospendere i dazi per 6 paesi, tra questi c’è anche l’Italia.

Web tax, dazi sospesi

Stati Uniti e Unione Europea, c’è da trovare un accordo con l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ma intanto il Governo Biden mostra le sue buone intenzioni sospendendo i dazi per sei paesi, Austria, India, Spagna, Turchia e Regno Unito e, appunto, Italia. 180 giorni di tregua per queste nazioni. Mentre infatti erano state sospesi dazi sulle reciproche importazioni e l’UE aveva deciso di non aumentare le tasse sui prodotti americani, arriva ora l’ulteriore segno di tregue da parte di Biden, con l’obiettivo di raggiungere poi finalmente un accordo sulla web tax, ovvero la tassazione internazionale del settore digitale.

Ricordiamo che i sei paesi in questione era accusati dagli USA di avere esagerate tassazioni sui servizi digital. Era quindi attesa una sorta di ritorsione da parte degli Stati Uniti, ma questa azione non c’è stata. C’è da dire, comunque, che la questione dazi è abbastanza controversa e ingarbugliata. Se da un lato infatti ora i dazi sul settore digitale risultano assenti, dall’altra parte c’è un aumento del 25% con un nuovo dazio su alcune categorie di prodotti che va a penalizzare solo per quanto riguarda l’Italia circa 300 milioni di importazioni annue.

Web tax, la risposta dell’UE

Ad ogni modo, quel che sembra contare maggiormente in politica è il messaggio. In questo senso, anche l’Unione Europea ha accolto con favore la decisione USA, e un portavoce dell’esecutivo europeo ha spiegato che i negoziati multilaterali sul tema in corso presso l’Ocse, sono “il luogo giusto per trovare una soluzione globale all’equa tassazione del settore digitale”. Secondo gli esperti economisti, si lavorerà al fine di trovare una soluzione che dia il giusto equilibrio alla minimun tax e digital tax.

Potrebbe interessarti anche Big data, economia e supereroi nell’insegnamento di Luciano Canova

Argomenti: