Vodafone down su internet, ma si fa subito perdonare

Problemi per Vodafone nella giornata di ieri, l'azienda si scusa e fa un regalo ai clienti.

di , pubblicato il
Problemi per Vodafone nella giornata di ieri, l'azienda si scusa e fa un regalo ai clienti.

Una giornataccia per Vodafone quella di ieri, giovedì 13 giugno, il down che ha colpito gli utenti si è esteso proprio in tutta Italia, e senza eccezione. Sia fisso con i vari modem station che da mobile, tutti hanno avuto grandi problemi di navigazione su internet.

L’azienda però prova subito a farsi perdonare e nella giornata di oggi regala giga illimitati per la navigazione online.

Vodafone, problemi internet

Ora però gli utenti vogliono capire se i problemi sono finiti o bisogna temere il peggio. Nella tarda serata di ieri, a problema risolto, Vodafone si è scusata per il disagio creato ai suoi utenti ed ha confermato che si è trattato di un errore tecnico alla rete, ora risolto. Crediamo quindi che non ci saranno ulteriori down in quanto l’azienda ha appunto precisato di aver risolto il problema.

Resta comunque preoccupante pensare che un guasto tecnico di questo tipo ha generato un tale blocco della rete che ha praticamente mandato in down tutti gli utenti in tutta Italia, e sia da fisso che da mobile. Un gusto quindi incredibilmente esteso che ha rischiato di far collassare il sistema per diverse ore. Come ricordiamo, comunque, oltre alle scuse arriva anche il regalo, internet gratis per tutti in giornata.

Ecco il messaggio ufficiale di Vodafone apparso sulla sua pagina dopo la conclusione della riparazione al guasto tecnico della rete: “Ci scusiamo per il disservizio temporaneo generato da un problema tecnico sulla rete che è stato risolto nel più breve tempo possibile. Per scusarci per il disagio ti regaliamo internet illimitato per la giornata di domani”.

Potrebbe interessarti anche WhatsApp cambia strategia, dal 7 dicembre potrà denunciare i suoi utenti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.