Vita social vs vita reale: un video con Kirsten Dunst racconta l’ossessione

Aspirational è un breve video realizzato da Matthew Frost con Kirsten Dunst che denuncia l'ossessione dei giorni nostri: non solo selfie ma anche l'eterna battaglia tra vita social e vita reale. A spuntarla, oggi, è decisamente la prima.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Aspirational è un breve video realizzato da Matthew Frost con Kirsten Dunst che denuncia l'ossessione dei giorni nostri: non solo selfie ma anche l'eterna battaglia tra vita social e vita reale. A spuntarla, oggi, è decisamente la prima.

Un breve filmato per Vs Magazine diretto da Matthew Frost e con Kirsten Dunst come protagonista racconta l’ossessione dei giorni nostri: non solo i selfie, nella loro brutale intenzione di isolare l’individuo dal mondo per farlo confluire in sé stesso, ma anche i social e la loro carica negativa e antitetica alla vita reale. Se prima erano le star a cercare la celebrità e la popolarità sui genitori dei social (magazine, i giornali e le riviste), adesso siamo tutti alla ricerca sfrenata di cose che non ci appartengono e non possono appartenerci: un like o una condivisione che ci releghi nell’effimero Olimpo delle popolarità e allo stesso tempo ci smagnetizzi dalla vita reale per farci catapultare in un mondo virtuale e senza peso.   TI POTREBBE INTERESSARE Ecco la campagna contro il selfie: il video sulla dipendenza è già virale Facebook e il bisogno di essere felici (e di condividerlo) in un video virale  

Aspirational: social e anti-social

Probabilmente il video diventerà ben presto virale e già molte testate non hanno mancato di segnalarlo ai propri utenti. Kirsten Dunst, che interpreta sé stessa, viene riconosciuta da due fan che le chiedono di fare un selfie. La Dunst gentilmente dice loro che possono farle delle domande e soddisfare la loro curiosità, ma le due ragazze, incollate allo smartphone, pongono un’unica questione: “Potresti taggarmi?” L’attrice, sempre più stralunata, si sente un corpo estraneo e osserva tristemente le due ragazze allontanarsi in auto, sempre con lo smartphone rigorosamente in mano e con gli occhi puntati sui like e le condivisioni che i selfie stanno ricevendo.   Quello di Matthew Frost non è il primo video e non sarà l’ultimo a denunciare la deriva che la vita social sta prendendo e la sua dominazione nei confronti della vita reale. La beffa, se così si può chiamare, è che Aspirational è probabilmente pensato proprio per essere social, ricevere like e condivisioni. Insomma, essere risucchiato da quel mondo che pretende di mettere a nudo, non sapendo che in realtà quel mondo è già nudo.   Vi lasciamo al video: buona visione!   https://www.youtube.com/watch?v=SAmTzQsKZxQ

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Video virali