Virus WannaCry, è di nuovo allarme rosso ma come fare per non restare coinvolti?

E' di nuovo allarme rosso per il virus WannaCry. Ma come fare per non restare coinvolti?

di , pubblicato il
E' di nuovo allarme rosso per il virus WannaCry. Ma come fare per non restare coinvolti?

Il virus WannaCry ha distrutto centinaia di sistemi informatici in 104 paesi. Esso è stato fermato dopo che un ricercatore inglese ha scoperto, in maniera del tutto casuale, un “kill switch” per fermare l’attacco. Purtroppo però gli esperti temono che nelle prossime ore possano esserci nuovi attacchi in quanto il virus potrebbe essere aggiornato. Ecco le notizie in merito e cosa fare per non restare coinvolti.

Virus WannaCry: i paesi più colpiti e le info sul contagio

I paesi più colpiti da WannaCry sono sicuramente la Russia e l’Inghilterra. Per quanto concerne il primo paese, secondo i report forniti sabato scorso, circa il 60% dei computer russi sono stati colpiti e tra questi centinaia presso il Ministero degli Interni. L’attacco informatico ha creato moltissimi problemi anche in Inghilterra e sopratutto negli ospedali nei quali non è stato possibile accedere ai dati dei vari pazienti.

Ricordiamo che il virus WannaCry nella giornata di venerdì ha crittografato e infettato tutti i dati presenti nei dischi rigidi dei computer chiedendo un riscatto dai 300 ai 600 dollari da pagare mediante moneta bitcoin ovvero virtuale. In Europa oltre all’Inghilterrà sono stati colpiti pesantemente la Spagna e precisamente il colosso delle telecomunicazioni “Telefonia”, la Germania  e precisamente le stazioni ferroviarie senza però aver arrecato danni sui servizi ferroviari e l’Italia ma solo alcune università.

Consigli per non restare coinvolti

La polizia postale e delle comunicazioni sta monitorando gli effetti di questo terribile attacco ed ha spiegato che sta infettando numerose organizzazioni ed aziende in tutto il mondo. Il consiglio è quello di installare la patch MS 17-010, rilasciata da Microsoft il 17 marzo e quella rilasciata invece il 9 maggio attraverso l’aggiornamento del sistema operativo mediante Windows Update.

Secondo quanto comunicato dal New York Times,poi, tale attacco potrebbe essere stato portato a termine grazie agli strumenti rubati l’anno scorso alla National Security Agency facente parte del gruppo Shadow Brokers. Fatto sta è che il virus WannaCry è potentissimo ed essendo recentissimo ancora non esiste un tool capace di rimuovere e permettere la decrittazione dei file. Per approfondimenti, leggete anche: Virus WannaCry cos’è, come si manifesta e come difendersi da tale malware?

Argomenti: ,