Vigilante, il virus buono, impedisce di accedere ai siti pirata e non fa alcun danno al PC

Scoperto il virus buono, si chiama Vigilante.

di , pubblicato il
virus

Lo hanno ribattezzato Vigilante, anche se non gli sfigura anche l’appellativo di moralizzatore (nell’accezione positiva del termine), stiamo parlando del virus che impedisce a chi ne infetto di accedere ai siti pirata.

Virus Vigilante e l’accesso negato

Non tutti i virus sono cattivi, almeno per quanto riguarda il mondo informatico. Ce n’è in particolare uno che in buona sostanza è innocuo, anzi prova addirittura a fare del bene. Scoperto dai ricercatori di Sophos, nota azienda inglese che si occupa di cybersecurity, il virus in questione è diffuso tramite BitTorrent o Discord e si limita a modificare il file hosts del computer che lo ha contratto. Nient’altro di negativo per questo virus che non è opera di un truffatore e non punta quindi a rubare password e dati presenti nel device della vittima.

Nelle intenzioni dell’ignoto hacker che lo ha commissionato infatti ci sono esclusivamente quelle di limitare, anzi vietare totalmente l’accesso ai siti pirata. Si tratta di siti illegali, quindi possiamo dire che la battaglia del virus è una battaglia giusta a livello morale. Ricordiamo inoltre che i siti pirata sono anche un coacervo di malware, quelli sì davvero pericolosi e potenzialmente capaci di svuotarci dati e conto bancario. Insomma, il virus Vigilante è un virus che fa del bene.

Virus Vigilante, come funziona e come toglierlo

A quanto pare il virus buono si nasconde all’interno di software pirata, una volta istallato compare la notifica “Il programma non può essere avviato perché MSVCR100.dll non è presente nel computer. Prova a reinstallare il programma per risolvere questo problema”. In questo lasso di tempo il virus entra nel sistema e va a modificare il file hosts associando associando i domini dei principali siti di file sharing illegale all’indirizzo IP univoco 127.0.

0.1. in questo modo, quando l’utente andrà sui siti pirata della blacklist, verrà fermato da una pagina di errore. A riprova del fatto che si tratta di un virus benevolo, c’è l’estrema facilità di rimozione dello stesso. Per rimuoverlo infatti basta riportare manualmente alle impostazioni originali il file hosts e il virus scompare.

Potrebbe interessarti anche Nasce in Italia per volere del Consiglio dei Ministri l’Agenzia per la Cybersecurity

Argomenti: ,