Twitter raddoppia, 280 caratteri per tutti i cinguettii

I caratteri di Twitter diventano 280, il social network sposta ulteriormente il limite dei suoi tweet, ma rimane il gap coi post no limits di Facebook.

di Giovanni Reale, pubblicato il
I caratteri di Twitter diventano 280, il social network sposta ulteriormente il limite dei suoi tweet, ma rimane il gap coi post no limits di Facebook.

Ancora una volta Twitter si adegua, dopo l’aumento della volta scorsa che ha portato i tweet a 140, ora raddoppia e si porta a 280. Il social network però ribadisce la sua linea, il post breve rimane il suo punto di forza, almeno nelle idee dei dirigenti.

Twitter porta i post a 280 caratteri

Spostato ancora una volta il limite di caratteri per i cinguettii su Twitter, l’azienda però non fa troppi sconti e ribadisce che quella del limite rimarrà la carta vincente e il bigliettino da visita del social network. Più lungo o più corto? Nell’era in cui tutti vogliono dire la propria con lunghi trattati di fantapolitica su Facebook, è naturale che anche Twitter dovesse prima o poi darsi una nuova regolata e dare ai suoi utenti qualche parola in più per esprimere le proprie brillanti idee. I nuovi webeti, come li definiva Mentana, avranno quindi la possibilità di allungare il brodo e farsi capire meglio.

Ad ogni modo, per Twitter una scelta importante, anche se sostanzialmente poco sembra essere cambiato per ora. Le preoccupazioni dell’azienda era infatti quelle di trovarsi ora tutti tweet infiniti, invece le statistiche parlano chiaro: solo il 5% dei tweet inviati erano più lunghi di 140 caratteri e solo il 2% sopra i 190 caratteri. Un portavoce dell’azienda rivela: ‘‘l’esperienza di lettura e browsing della timeline non cambierà sostanzialmente, perché continuerete a vedere grossomodo la stessa quantità di tweet nella timeline. Giusto per precisazione, bisogna considerare che i tweet contenenti un’immagine o un sondaggio solitamente occupano uno spazio maggiore di un tweet di 190 caratteri”.

Leggi anche: Facebook spia le nostre conversazioni col microfono dello smartphone?

Premiata la notivà di Twitter

Ad ogni modo, i primi riscontri sono già arrivati con un aumento di like per la nuova proposta di Twitter. Gli iscritti al servizio sembrano trarre maggiore soddisfazione già solo all’idea di avere più spazio per esprimersi. Cosa che riguarda le lingue occidentali, perché per quelle asiatiche (giapponese, coreano e cinese) – già escluse dalla fase beta (ossia di prova) – resta invece valido il limite dei 180 che sembra stare loro a pennello.

Chiudiamo con le parole del portavoce di Twitter apparse sul social all’annuncio: “Twitter resterà pur sempre uno strumento semplice e agile. I cinguettii più lunghi non diventeranno un complicato rumore di fondo, fa intendere l’azienda che grazie alla novità si avvicina un po’ di più ai post no limits di Facebook. Continueremo ad ascoltare la community e a lavorare per rendere Twitter più facile per tutti, mantenendo quello che gli utenti amano”.

Leggi anche: WhatsApp, arriva la multa da 100 euro… e molti utenti l’hanno pagata davvero

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Twitter, Social Media, Social Network