Twitter cambia ufficialmente l’ordine dei tweet, ma solo a vostra discrezione

Twitter introduce ufficialmente la novità dell’ordine non più cronologico dei tweet, ma per rilevanza: tuttavia la funzione sarà a discrezione dell’utente che vuole provarla.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Twitter introduce ufficialmente la novità dell’ordine non più cronologico dei tweet, ma per rilevanza: tuttavia la funzione sarà a discrezione dell’utente che vuole provarla.

Non sarà una novità obbligatoria, ma ci sarà comunque: l’ordine dei cinguettii su Twitter cambia natura, affiancando al classico cronologico quello per rilevanza, somigliando molto sotto quest’aspetto a un social come Facebook e avendo già scatenato le ire degli utenti più puristi e non solo, che hanno accusato Jack Dorsey & co. di voler snaturare la piattaforma di microblogging togliendo potere alla sua componente più rivoluzionaria. Tale novità è stata pensata per invogliare più utenti a iscriversi al social, ma Dorsey ha pensato anche a tutti quegli utenti che su Twitter ci sono già e che hanno criticato la scelta di questa modifica. In un primo momento, infatti, la nuova opzione sarà attivabile solo a discrezione dell’utente, ovvero solo se l’utente lo vuole, mentre in un secondo momento, in modo graduale, sarà estesa a tutti fino a diventare prioritaria. Starà poi all’utente scegliere se restare con il nuovo ordine di tweet oppure tornare all’abitudine di prima.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]Con le ultime novità, #Twitter sta perdendo la propria identità?[/tweet_box]   Ma cosa significa esattamente tweet ordinati per rilevanza? Non confondetelo con la funzione Mentre eri via, che vi avvisa dei tweet più popolari pubblicati quando eravate disconnessi. L’ordine per rilevanza vi terrà informati sui tweet più popolari dei vostri followers, allo scopo di non farvi perdere neanche un minuto dell’oratoria da 140 caratteri quotidiana. Qualora foste interessati a provare da subito questa funzione, non dovrete fare altro che accedere alle Impostazioni e attivare l’opzione Mostra prima i migliori tweet. La home del vostro Twitter manterrà i cinguettii in ordine cronologico nella parte inferiore, mentre nella parte superiore compariranno i tweet più popolari dei vostri followers.   La novità è stata introdotta anche per dare la possibilità agli utenti di restare sempre aggiornati su cosa dice chi seguono. Considerando che Twitter rappresenta una piattaforma dove tutto viaggia alla velocità della luce – soprattutto se seguite molte persone – il senso di questa opzione ci sta tutto. Resta però un problema di comunicazione, a nostro avviso. O forse di identità. Dorsey sta inseguendo a tutti i costi una possibilità di fare introiti, ma prima di questi deve guadagnare utenti e per farlo il rischio è quello di snaturarsi e somigliare di più al rivale Facebook. I tweet in ordine di rilevanza e l’eventuale novità futura riguardante il superamento dei 140 caratteri snaturano già l’identità di Twitter, non rappresentando un fattore di successo, in prospettiva.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]#Twitter pensa ai nuovi utenti, ma a quelli storici?[/tweet_box]   Forse ci sbagliamo, forse valutiamo la cosa da un’ottica errata, e solo il tempo sarà giudice delle nostre parole e delle azioni di Dorsey, ma certo è, e questo è sotto gli occhi di tutti, che Twitter viene utilizzato per una serie di motivi dagli utenti di oggi che non hanno nulla a che vedere con le novità recentemente introdotte. È come se Dorsey & co. avessero dimenticato gli utenti della prima ora del social, preferendo attirare chi Twitter lo ha sempre ignorato. E questo, nei confronti dei puristi e dei seguaci più stretti della piattaforma, potrebbe diventare ben presto un boomerang e ritorcersi contro. A danno anche degli introiti e – soprattutto – del numero degli utenti attivi.   Voi cosa ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, novità Twitter, Social Network