Twitter aggiunge i commenti ai retweet: 116 caratteri in più

Twitter allarga i commenti ai retweet, offrendo 116 caratteri in più: una strategia vincente per aumentare l'interazione e la partecipazione degli utenti.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Twitter allarga i commenti ai retweet, offrendo 116 caratteri in più: una strategia vincente per aumentare l'interazione e la partecipazione degli utenti.

Retwittare un cinguettio lasciandolo inalterato, ma avere la possibilità di commentarlo non ha prezzo ed è sicuramente una novità molto apprezzata dagli utenti dell’uccellino blu, finora costretti a inoltrare il tweet di un’altra persona senza avere la possibilità di arricchirlo con un suo pensiero – a patto che fosse molto conciso. Twitter ha introdotto da poco la possibilità di aggiungere i commenti ai retweet: saranno 116 e non 140 i caratteri disponibili per esprimere la propria opinione e in più il messaggio retwittato apparirà sotto tale e quale all’originale, con tanto di link al cinguettio stesso.   In sperimentazione già dalla scorsa estate, la novità è stata introdotta sia su desktop sia su iOS, mentre per vederla sui dispositivi Android bisognerà aspettare un po’. Nessuna novità invece per Windows Phone, ma speriamo di ricevere presto aggiornamenti in materia. Si tratta comunque di una novità decisamente interessante e parecchio attesa perché fino a poco tempo fa era possibile semplicemente aggiungere qualche parola o una frase più che striminzita per restare nei 140 caratteri complessivi. Con 116 caratteri in più, invece, si dà agli utenti Twitter una nuova possibilità di interagire e condividere emozioni, pensieri e riflessioni.   Dopo Periscope, ovvero l’app di video streaming che va molto in voga su Twitter, e il tentativo di aprire ai post sponsorizzati senza snaturare sé stesso, quella dei commenti allargati ai retweet è la terza prova – o forse sarebbe meglio dire “dimostrazione” – di come il social network dei cinguettii non se ne vuole certo stare con le mani in mano a guardare cosa fanno Facebook e gli altri principali competitors. Ma la domanda finale resta la seguente: queste strategie porteranno Twitter a colmare il gap e gli elementi potenziali di rischio rispetto ai concorrenti?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Twitter, Social Network