Truffa sondaggio MediaWorld, 1000 euro in regalo, ma occhio è un messaggio bufala

Non mancano mai le truffe online, stavolta arriva la bufala dei 1000 euro regalati da MediaWorld con un sondaggio per donne.

di , pubblicato il
Truffa del pacco in arrivo

Eccola qui, puntuale come sempre torna la truffa online, anche stavolta si tenta il bersaglio grosso andando a stuzzicare la voglia tech delle potenziali vittime. Sondaggio MediaWorld con 1000 euro in regalo? Solo un bufala, anzi peggio… è una truffa.

Truffa online per sondaggio MediaWorld

Vuoi vincere 1000 euro da spendere in buoni sconto con i negozi fisici e online della catena MediaWorld? Bene, allora non è certo questo il modo di vincerli, e al momento non esiste alcuno. Se ricevete questo messaggio infatti si tratta di una truffa pura e semplice, basta chiamare l’azienda in questione per averne prova. Ad ogni modo, il messaggio è rivolto alle donne, secondo la bufala sono loro a poter godere di questa speciale offerta.

Potrebbe interessarti anche: Addio Facebook, così il social ci spia: gli americani lo lasciano

Come dicevamo si tratta di una bufala che ha lo scopo di truffarvi, ma dagli errori grammaticali spesso si evince la malafede del messaggio. Il sondaggio è rivolto alle donne “nati” a giugno. L’italiano, questo sconosciuto. Primo indizio che qualcosa non quadra. Ad ogni modo, lo scopo del messaggio è avere accesso ai vostri dati sensibili così da intossicarvi poi con una serie di messaggi ad hoc, ma nel peggiore dei casi l’intenzione è di ottenere anche di più, nel caso vi dovessero poi anche chiedere i dati del vostro conto.

Insomma, ancora una volta i furbetti del web ci provano, per fortuna gli internauti stanno diventando sempre più esperti e difficilmente si fanno infinocchiare da queste vere e proprie truffe online. Purtroppo però qualche sprovveduto ancora si trova ed è proprio a loro che questi malfattori puntano per sbarcare il lunario.

Potrebbe interessarti anche: SMS truffa, iPhone XR in regalo, ecco il messaggio bufala che vi svuota il conto

Argomenti: ,