Truffa online con falsi sondaggi, attenzione a questi messaggi

Ennesimo allarme sul web, nuove minacce per i nostri dati personali, ecco la truffa dei sondaggi che rubano le info dai nostri dispositivi.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Ennesimo allarme sul web, nuove minacce per i nostri dati personali, ecco la truffa dei sondaggi che rubano le info dai nostri dispositivi.

Una nuova allerta arriva direttamente dalla Polizia Postale, stavolta la minaccia arriva con la truffa dei sondaggi online, una sorta di domande trabocchetto per rubare ancora una volta i dati presenti nel vostro device.

Truffa sondaggi online

Il meccanismo è sempre il medesimo, farvi cliccare per accaparrarsi i dati registrati nel dispositivo in vostro possesso, così da utilizzarli per fini pubblicitari, nel migliore dei casi, o addirittura per carpire le vostre password, nei casi peggiori. Ad ogni modo i rischi sono molto alti, poiché effettivamente non conosciamo quali sono gli utilizzi che questi criminali del web faranno. Ecco il messaggio della Polizia Postale in merito alla vicenda dei sondaggi truffa: “Tanto è facile la domanda quanto probabile che vi ritroviate truffati. Fate attenzione a questi sondaggi”.

Potrebbe interessarti anche: Vivo Nex, lo smartphone gigante senza cornici, scheda tecnica

Naturalmente, la promessa implicita o esplicita di tali sondaggi è che alla fine chi risponderà correttamente riceverà un premio. Giusta quindi l’osservazione della Polizia Postale che sottolinea come sia improbabile se non addirittura impossibile ricevere premi del genere, vista innanzitutto la stranezza del modo, ma anche la facilità dello stesso. I rischi quindi sono molto più alti rispetto agli ipotetici e poco credibili vantaggio Vi invitiamo quindi alla massima attenzione e a segnalare nuovi casi del genere.

Ma da dove arrivano questi messaggi? I meandri del web sono ormai infiniti, c’è tutto un universo da esplorare e in continua espansione. Ad ogni modo, in questo caso oltre a WhatsApp e i social in generale, possiamo dire che ci sono ulteriori strade ancora più battute. Le mail di posta elettronica presentano spesso questo tipo di insidie nella cartella delle spam, ma anche in quella delle offerte se non abbiamo catalogato bene le notifiche indesiderate. C’è però un altra zona del web ancora più rischiosa, ovvero quella dei siti di streaming. Tali siti aggregatori di link di film e contenuti video vari, pullulano di questo tipo di messaggi, i quali cercano in tutti i modi di insediarsi nei nostri dispositivi. E’ altamente sconsigliato infatti visitare siti di streaming pirata con smartphone, solitamente meno protetti rispetto ai pc, ma anche in questo caso i rischi non mancano.

Potrebbe interessarti anche: Huawei lancia la nuova serie Y, smartphone per un target giovanile

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie

I commenti sono chiusi.