Trading online, truffe in aumento quest’anno, ecco come difendersi

Sempre più truffe si registrano con il trading online. Investimenti rischiosissimi e spesso anche illegali, ecco come difendersi.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Sempre più truffe si registrano con il trading online. Investimenti rischiosissimi e spesso anche illegali, ecco come difendersi.

Il trading online sta diventando sempre più popolare, tantissimi clienti, invogliati dai facili guadagni, si stanno tuffando in questa nuova esperienza. Molte proposte però finiscono per essere totalmente fuorvianti, ed ecco che scoppia immancabile il caso delle truffe online.

Truffe su trading online

Trading selvaggio con opzioni binarie, Cfd-contracts for difference, trading su valute e metalli preziosi, il tutto senza la minima auturizzazione. Questo il nuovo pane per i tanti temuti cyber criminali del web che ora con la promessa dei facili guadagni del trading online, trovano il modo di insidiarsi tra le vittime con nuove truffe. Investimenti altamente rischiosi come quelli appena descritti sono in netta crescita a giudicare dai dati offerti dalla Consob.

Potrebbe interessarti anche: Batterie iPhone verso la scadenza, ma che prezzi i nuovi melafonini

167 casi segnalati all’autorità lo scorso anno, nei primi mesi di questo 2018 siamo invece già 183 interventi. Sono dunque sempre di più gli operatori illeciti che propongono attività di investimento rischiose e poco trasparenti se non addirittura vietate. E ultimamente le telefonate dei call center si fanno sempre più insistenti, con soluzioni allettanti proposte da “esperti” che però parlano il più delle volte a interlocutori che non capiscono una parola di quanto detto, ecco che si prepara dunque il terreno fertile per la truffona.

Naturalmente, internet rimane il terreno più fertile per i potenziali creduloni, con i suoi tanti banner pubblicitari, o email invitanti che promettono facili guadagni. Come riconoscere i truffatori? Solitamente tali società sono molto giovani, poiché magari costrette a chiudere e riaprire con nuovi estremi, in poco tempo. Inoltre hanno sede in località lontane come quelle dell’Oceania o delle Bermuda. Massima attenzione quindi a questo tipo di proposte, anche se promettono bonus o investimenti minimi all’inizio.

Potrebbe interessarti anche: Truffe e ricatti online, scoppia il caso: la Polizia Postale rilascia comunicato ufficiale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Servizi, Notizie