Top e Flop tech 2015: quali tecnologie abbiamo amato e quali ci hanno deluso?

Che 2015 è stato sul fronte tech? E quali sono stati i top 5 e i flop 5 dell'anno che sta per concludersi? Andiamo a scoprirlo.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Che 2015 è stato sul fronte tech? E quali sono stati i top 5 e i flop 5 dell'anno che sta per concludersi? Andiamo a scoprirlo.

Che 2015 è stato sul fronte tech? Cosa ci ricordiamo meglio come brand e tecnologie che hanno dominato il mercato e quali prodotti e servizi ci hanno invece deluso, smentendo le elevate aspettative? Il 2015 è stato un anno in cui si è viaggiato alla velocità della luce, molto intenso e ricco in quanto a novità, alcune delle quali – ci correggiamo, molte delle quali – non hanno neppure visto la luce del sole. E quelle che invece sono emerse nel mercato tech? Ci sono stati dei top e ci sono stati dei flop, come si conviene sempre in questi casi. Andiamo a scoprire così le due top five relative alle nuove tecnologie, un segnale anche per ciò che ci aspetta nell’anno 2016.  

Top 5 Tech 2015

  • Streaming Live: il 2015 è stato senza dubbio l’anno dello streaming live sui social network, in particolare Twitter, ma non solo, grazie al lancio di servizi che hanno agevolato gli utenti a realizzare dei video e postarli sui social network in diretta live, ricevendo commenti in tempo reale. Meerkat e Periscope sugli scudi, ma siamo sicuri che nei prossimi anni ne verranno altri, visto il successo dei primi due. Lo streaming live è sicuramente una nuova frontiera del giornalismo personale e individuale, uno strumento ideale per influencer e opinion leader e un ponte di contatto tra noi e chi ci segue.
  • Smartphone e phablet: Non potevano mancare i dispositivi che praticamente tutti abbiamo nella top 5 2015 sul fronte tech: i miglioramenti che hanno investito smartphone e phablet quest’anno sono a dir poco rivoluzionari, come la tecnologia 3D Touch utilizzata sugli iPhone – e ben presto sarà uno standard per tutti i top di gamma – i sofisticati sistemi di gestures e fotocamere sempre migliori. Non mancano inoltre le tecnologie per la ricarica rapida della batteria e per il risparmio dei consumi e notevoli miglioramenti sul lato hardware/software.
  • Auto a guida autonoma: non sono state ancora introdotte sul mercato, ma fanno già parlare di sé e molto. Sono le auto a guida autonoma, o auto senza pilota – come preferite – quelle di cui siamo stati subissati di notizie e informazioni quest’anno, in un trend che spopolerà fino alla fine del decennio, quando le prime auto a guida autonoma saranno seriamente messe sul mercato. Apple, Tesla, Google e molte altre aziende ancora faranno a gara per accaparrarsi le più ingenti fette del settore. E c’è già chi profetizza che nel giro di qualche decennio le auto a guida autonoma saranno le uniche che circoleranno in mezzo al traffico.
  • Smartband e Smartwatch: ormai non ha più senso correre e fare attività fisica senza uno smartband o uno smartwatch legato al polso. Il monitoraggio dei parametri fisici, delle condizioni di salute e delle informazioni legate alle nostra attività sportiva ci accompagnano lungo le giornate consentendoci di registrare i risultati e valutare la concretizzazione degli obiettivi prefissati. Non è un caso che siano tra i regali di Natale 2015 più gettonati.
  • Internet of Things: viviamo in un mondo sempre più connessi, dove anche le persone sono costantemente connesse e in cui gli elettrodomestici e altri dispositivi tecnologici e domestici si controllano e gestiscono a distanza, con un semplice click, touch o snap. L’Internet of Things prenderà sempre più piede nel mondo iperconnesso e globalizzato di oggi e il 2015 ha visto l’uscita di numerosi dispositivi che sfruttano tale tecnologia. Il 2016, ne siamo certi, non sarà da meno.

 

Flop Tech 2015

  • Google Glass: può essere considerato un flop un prodotto di cui si è deciso il prepensionamento anticipato ancora prima della sua commercializzazione a un target consumer e una sua completa revisione, improntata magari più sul target business? Sì, assolutamente: i Google Glass sono partiti come un dispositivo rivoluzionario, incalzato anche dalle esperienze comunicate dai più noti influencer che hanno aderito al programma di sperimentazione, ma alla fine si sono ingolfati nella melma dell’incertezza.
  • Sicurezza online: troppi virus, troppi buchi, troppe spie si muovono su internet, mettendo in seria minaccia i nostri dati sensibili e informazioni personali. Che si tratti di governi, malintenzionati o bug scoperti per caso e, fortunatamente, non ancora sfruttati, l’utente medio su internet non è ancora affatto al sicuro. Si attendono sistemi intelligenti che mettano al sicuro la nostra vita digitale, e presto!
  • Bitcoin: la moneta virtuale non ha sfondato e forse non sfonderà mai. Inoltre, il fatto che venga utilizzare per generare traffici illeciti e che alcuni datori di lavoro (sedicenti) la utilizzino come retribuzione finanziaria – come se vivessimo già nel futuro – non conferisce alla moneta virtuale quell’appeal desiderato. I bitcoin rappresentano uno di quei flop sonori di quest’anno e forse si stanno avvicinando al tramonto definitivo.
  • PC: forse per l’insorgenza dei tablet e di dispositivi sempre più sofisticati, forse per la preferenza dei device ibridi e dei 2-in-1, il mercato dei PC ha subito nel 2015 un calo decisamente considerevole, che lancia un segnale d’allarme all’intero settore. Vedremo se tale segnale sarà recepito o se il trend negativo continuerà anche nel 2016.
  • Italia digitale: secondo l’ultimo rapporto Eurostat sulla Digital Europe, l’Italia – assieme a Grecia, Bulgaria e Romania – occupa quasi sempre le ultime posizioni per quanto riguarda l’economia digitale. Dalle pubbliche amministrazioni alle imprese, dalle competenze digitali a un’istruzione che si occupi di creare un ponte tra lo studio e il mondo del lavoro, passando per la velocità della connessione e per l’utilizzo della rete e dei servizi online. Colpa di un’Unione europea che non spinge troppo su questi settori o di un Paese vecchio nell’animo che ha ancora paura del futuro?
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie, Classifiche Tech

Leave a Reply