Tinder: cos’è, come funziona e cosa ne pensiamo

L'applicazione più chiacchierata e popolare del momento è Tinder, perfetta per fare incontri interessanti con persone affini. Disponibile per iOS, Android e Windows Phone, ecco a voi una breve guida su cos'è Tinder e come funziona.

di Daniele Sforza, pubblicato il
L'applicazione più chiacchierata e popolare del momento è Tinder, perfetta per fare incontri interessanti con persone affini. Disponibile per iOS, Android e Windows Phone, ecco a voi una breve guida su cos'è Tinder e come funziona.

Da molti viene considerata l’app per rimorchiare, per incontrare persone e averci la storia di una notte oppure per darsi appuntamento con la propria anima gemella. Stiamo naturalmente parlando di Tinder, l’app più popolare e apprezzata del momento, che vanta 1,2 milioni di swipe e circa 15 milioni di riscontri quotidiani. Come? Cos’è uno swipe su Tinder? Cos’è un apprezzamento (match)? Ok, procediamo con calma, dall’inizio: vi spiegheremo in breve cos’è Tinder, come funziona e cosa ne pensiamo, ovvero, se è davvero utile al suo scopo. Magari a molti di voi – quelli che non l’hanno ancora fatto – interessa davvero cominciare a provarci.  

Cos’è Tinder e come funziona

Avete presento il classico sito d’incontri? Ecco, Tinder funziona proprio come il medesimo, ma su smartphone: Tinder è infatti un’applicazione che aiuta gli utenti che la scaricano a trovare persone di sesso opposto o uguale affini. Lo fa collegandosi al vostro profilo Facebook, consentendovi di selezionare le migliori foto che avete a disposizione, indicandovi di attivare il GPS per una localizzazione vicina – inutile incontrare qualcuno che vive all’altro capo del mondo – e infine partendo con una serie di riscontri con le persone selezionate. Se ricevete un feedback, allora avrete la possibilità di cominciare a chattare e cominciare a conoscere veramente la persona. Andiamo con ordine: ecco cosa dovete fare una volta che avete scaricato Tinder sul vostro smartphone iOS, Android o Windows Phone.

  • Scaricate l’app: supporta tutti i sistemi operativi, quindi potrete farlo senza problemi.
  • Una volta effettuato il download dovrete associare il vostro profilo Facebook all’applicazione; fatto questo avrete dunque impostato in automatico l’immagine del profilo, l’età e il sesso.
  • Personalizzate il vostro profilo scegliendo 6 fotografie dalla vostra gallery su Facebook: siate molto accorti nel selezionarle, scegliete le migliori ed evitate (consigli all’alto) quelle che vi ritraggono con animali, amici e familiari. Dovrete esserci soltanto voi, ritratti nelle migliori pose possibili.
  • Descrivetevi in massimo 500 caratteri, usando le parole giuste che aiutino gli altri a comprendere chi siate veramente.
  • Impostate le preferenze: età (minimo 18, massimo 50), sesso e distanza dalla vostra posizione grazie all’aiuto del GPS.
  • Ora cominciamo a fare sul serio: Tinder vi presenterà diversi profili. Fate uno swipe verso destra se vi piace un profilo, fatelo verso sinistra se volete scartarlo. Avrete la possibilità – in forma anonima – di dare il vostro apprezzamento o no. Il primo lo si fa toccando il cuore verde; il secondo toccando la X rossa.
  • Avete ricevuto un riscontro? Ovvero, qualcuno a cui avete inviato il vostro apprezzamento contraccambia? Bene, allora potrete cominciare a chattare e magari a organizzare il vostro primo appuntamento.

 

Opinioni su Tinder

Tinder piace un sacco alla gente: parlano i numeri e la popolarità che sta riscuotendo. Se sarà un fuoco di paglia, però, non possiamo prevederlo. La cosa positiva dell’app è che non rende pubblico su Facebook che state utilizzando Tinder: questo è un buon incentivo a utilizzarla se avete remore in questo senso e avete paura della brutta figura che fareste. La cosa negativa è che Tinder non mantiene sempre le promesse. Non è certo colpa degli sviluppatori dell’app, bensì degli utenti iscritti.   Molti utenti infatti sono su Tinder non per cercare l’anima gemella, ma semplicemente perché spinti dalla curiosità di vedere che razza di gente circoli su Tinder. Le affinità, poi, non seguono grandi logiche matematiche: non stupitevi dunque se comincerete a chattare con una donna o un uomo che va in discoteca e si ubriaca tutte le sere quando voi siete dei tranquilli tipi domestici che amano leggere i libri e stare davanti al caminetto – o viceversa.   L’idea è che Tinder cavalca l’onda del momento: ottenere e/o scartare tutto e subito. Una delle peggiori pecche del virtuale, dove un apprezzamento su Tinder o un like su Facebook a volte non hanno letteralmente senso. Quindi, il consiglio è il solito: usate Tinder responsabilmente e non aspettatevi di realizzare i sogni di una vita. Come spesso accade, poi, quando non si aspetta con ansia quello che si desidera, è il momento che arriva davvero.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat, Social Network

Leave a Reply