Timb, privacy e sicurezza in chat: piccole anti WhatsApp crescono

Cercate una chat anonima che vi garantisca privacy e sicurezza? Pazientate ancora un po': entro fine marzo arriverà Timb, disponibile (almeno per ora) solo su Desktop, e un giorno, forse, anche sui device mobile.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Cercate una chat anonima che vi garantisca privacy e sicurezza? Pazientate ancora un po': entro fine marzo arriverà Timb, disponibile (almeno per ora) solo su Desktop, e un giorno, forse, anche sui device mobile.

L’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook non è piaciuta davvero a tanti utenti, che hanno preferito fare valigie e sbarcare su altri lidi, come Line e Telegram Messenger. Questo perché la privacy e la sicurezza sono le parole d’ordine del momento e WhatsApp non sembra più garantire quella fiducia finora riscossa. Adesso il nuovo trend del marketing dei servizi di messaggistica e delle chat risponde a criteri anti-NSA. E se Telegram si distingue dagli altri servizi per essere in grado di rendere i messaggi autodistruttivi, Timb, la nuova chat nata dai creatori del motore di ricerca anonimo TOR, si appresta a sbarcare sulla rete pronta al donwload entro la fine di marzo, assicurando privacy e sicurezza, guarda caso proprio quelle due garanzie che gli utenti in fuga da WhatsApp oggi cercano disperatamente.   LEGGI ANCHE Telegram Messenger: ecco l’alternativa a WhatsApp made in Facebook  

Timb: arriverà anche su smartphone?

Timb è un acronimo che sta per TOR Instant Messaging Bundle ed è un servizio di messaggistica istantanea che sarà disponibile a tutti entro fine mese e che consentirà di inviare messaggi senza che questi vengano rintracciati (esatto, neppure dalla National Security Agency). Discrezione, anonimità e riserbo assoluto sulla sicurezza: un po’ come il motore di ricerca “TOR”, padre di questo servizio, ma con una pecca: almeno inizialmente Timb sarà disponibile solo per le versioni desktop, ovvero Windows, Linux e Mac OS X, ma non è escluso che un giorno possa arrivare anche sugli smartphone. A far sperare ciò una versione TOR disponibile per Android: dal motore di ricerca il passo verso il servizio di messaggistica sarà pressoché inevitabile, anche se non si sa con certezza quando. Alla faccia della NSA! 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat