Telegram covo di hacker e criminali, ecco perché

Altro che Deep Web, ormai Telegram sta diventando un covo di criminali veri con l'acquisto di armi, droghe e altro ancora. Perché lo preferiscono a WhatsApp?

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Altro che Deep Web, ormai Telegram sta diventando un covo di criminali veri con l'acquisto di armi, droghe e altro ancora. Perché lo preferiscono a WhatsApp?

Una inquietante verità emerge dal sottosuolo del web, fatto che da un lato getta ombre sull’utilizzo a volte poco lusinghiero di Telegram, dall’altro lato ne fa capire la potenza in termini di sicurezza della privacy, cosa che forse non può vantare, almeno non allo stesso modo, il grande rivale WhatsApp.

Gli hacker su Telegram pullulano

Il sistema di crittografia end to end utilizzato da Telegram è praticamente invalicabile. E’ questo il motivo per il quale hacker e criminali usano esclusivamente questa piattaforma per i loro messaggi “speciali”. E’ quanto emerso dallo studio effettuato Check Point Software Technologies, una società di sicurezza che ha analizzato per cima e per fondo l’app per scovarne i segreti e capire quali sono i frequentatori che ne fanno uso. Dallo studio emerge che Telegram è per certi versi un vero e proprio covo di criminali.

Potrebbe interessarti anche: Hacker AnonPlus colpisce ancora, tempo fa aveva hackerato anche Salvini

Intendiamoci, non si sta certo dicendo che su questa app ci sono soltanto malviventi, ma secondo questo studio sarebbe l’app più utilizzata da coloro che hanno intenzione di fornire dati illeciti ai propri contatti. Uno dei motivi di questa clandestinità è quello già citato, ovvero un sistema crittografico praticamente invalicabile, che consente quindi di dormire sogni tranquilli ai criminali qualora dovessero iniziare una conversazione pericolosa. L’altro motivo è invece relativo al numero di telefono, con Telegram è possibile scambiarsi un nuovo contatto senza rivelare il numero telefonico in questione.

Gli hacker scelgono Telegram, e a ragion veduta. Ma a quanto pare anche i gruppi criminali prediligono questa chat, per gli stessi motivi appena elencati. Secondo gli esperti l’app sarebbe diventata così attiva in questo senso che avrebbe addirittura sostituito il Deep Web, il cosiddetto mondo nascosto del web, lontano dagli occhi censori di Google e dei controlli della Polizia Postale. Su Telegram sarebbe quindi possibile acquistare armi, droga e chissà cosa altro ancora.

Potresti essere interessato anche a: Google lancia l’IA anche in News, cambierà il modo di fare informazione

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Telegram, Chat