Tea, la startup italiana selezionata per il K-Startup Grand Challenge. Ma di che si occupa?

Di che cosa si occupa e cosa è Tea, la startup italiana selezionata per il K-Startup Grand Challenge? Ecco tutte le info.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Di che cosa si occupa e cosa è Tea, la startup italiana selezionata per il  K-Startup Grand Challenge? Ecco tutte le info.

Tea ovvero la The Energy Audit è l’unica startup italiana selezionata tra circa duemilaquattrocento per una importante competizione che si svolgerà in Corea del Sud. Coloro che vinceranno tale contest, poi, potranno usufruire di un percorso di accelerazione e avranno la possibilità di aprire una filiale nel luogo in cui si svolgerà l’evento.  Ma cosa è Tea e di che cosa si occupa?

The Energy Audit, la startup innovativa ma di che si occupa?

The Energy Audit o anche Tea si trova all’interno dell’acceleratore Mipu di Salò in provincia di Brescia. Tale start up nasce con l’intento di dare supporto alle aziende e a coloro che si occupano di efficienza energetica attraverso la fornitura di software per ottenere miglioramenti costanti e ricercare nuovi modi per rendere i luoghi nei quali abitiamo più vivibili.

Sia la Tea che MIPU hanno gli stessi obiettivi ovvero aiutare il pianeta e coloro che si prodigano per ridurre i consumi energetici, diffondere una cultura ecosostenibile , creare un luogo dove si ricerchino costantemente modi per salvaguardare il pianeta ed infine  aiutare il territorio non solo dal punto di vista ambientale ma anche economico.

Tea in lizza per il K-Startup Grand Challenge in Sud Corea

The Energy Audit nasce nel settembre del 2015 ed ora è in corsa per poter vincere uno dei finanziamenti e percorsi di incubazione messi su dal governo della Sud Corea. Tea ha partecipato infatti al K Startup Grand Challenge che è una importante competizione dedicata alle startup più innovative di tutto quanto il mondo. Inizialmente a parteciparvi vi sono state 2400 aziende poi  si è fatta una prima selezione nella quale sono rimaste 250 startup.  In seguito si è svolta una nuova selezione a seguito della quale  le aziende che parteciperanno alla finale, che si svolgerà a ferragosto, saranno in tutto 85 e tra queste vi sarà anche la TEA.

Il 21 agosto, poi, si conosceranno finalmente i nomi delle venti startup alle quali sarà concesso un premio ovvero un percorso di accelerazione di tre mesi presso K Startup Grand Challenge. Inoltre le startup che vinceranno avranno anche un compenso in denaro di 33mila euro ciascuna e la possibilità non solo di poter restare in Corea altri sei mesi  dopo il periodo di accelerazione ma di aprire addirittura una propria filiale su territorio sudcoreano.

Per le info sulla Apple a Napoli:

Apple Napoli: come candidarsi, requisiti e scadenza bando per 200 giovani

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie