Taxi da pagare con lo smartphone via app, c’è l’accordo con Tinaba

Interessante novità nel mondo dei trasporti, arriva l'accordo tra Uri e Tinaba, da febbraio potremo pagare le corse in taxi con lo smartphone.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Interessante novità nel mondo dei trasporti, arriva l'accordo tra Uri e Tinaba, da febbraio potremo pagare le corse in taxi con lo smartphone.

Arriva finalmente l’accordo con Tinaba e da febbraio 2018 metà dei taxi italiani potranno essere pagati direttamente con lo smartphone grazie all’app relativa. Questa è un’app che consente di trasferire denaro, pagare e occuparsi delle spese quotidiane. Ma andiamo a scoprirne di più.

Taxi pagati con lo smartphone, ora si può

E’ sempre ricco di sorprese il mondo della tecnologia, ormai non possiamo certo stupirci delle nuove applicazioni in campo tecnologico, visto i progressi della scienza, ma certamente è interessante sottolineare quando le grandi aziende riescono a trovare anche il modo di far fruttare le proprie idee per metterle al servizio del cittadino. In questo senso, l’accordo trovato da Uri e Tinaba è davvero importante e ben accolto da tutti i viaggiatori italiani.

Leggi anche: Xiaomi Mi 7, prezzo da urlo per caratteristiche davvero super, c’è anche la versione Plus – Ultimi rumors

Tra le funzionalità di Tinaba c’è quella di utilizzare il credito tramite una carta ricaricabile Visa Electron emessa da Banca Profilo e associata al proprio digital wallet. Zero costi di commissione, funzioni semplici e gratuite per la piattaforma controllata da Sator Private Equity Fund. Il fiore all’occhiello dell’azienda però probabilmente sarà proprio quello che partirà dal prossimo febbraio, ovvero la possibilità di pagare i viaggi in taxi direttamente con la app. Ufficiale ora l’accordo con l’Uri, l’Unione dei Radiotaxi d’Italia, la più grande associazione di auto bianche che conta in Italia 11mila vetture.

L’app arriverà a febbraio

Tiniba diventerà quindi il canale principale dei taxi. Si parte con con i radiotaxi 3570 di Roma e 6969 di Milano, ma la copertura sarà poi via via sempre più ampia e capillare. Davvero comodo poi il pagamento. Potremo lasciare anche il portafogli a casa, basterà avere con sé lo smartphone. Aprendo l’app Tinaba occorrerà inquadrare il QR Code posizionato all’interno della vettura, inserire l’importo dovuto per il servizio e inviare il pagamento. Non ci saranno costi aggiuntivi per l’operazione e il conducente vedrà subito confermato l’importo che gli è dovuto da parte del passeggero. Semplice e geniale.

Leggi anche: Galaxy A8, nuovi arrivano con il render ufficiale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Applicazioni e Giochi