Swatch presenta Bellamy: l’orologio con tecnologia NFC arriva nel 2016

Si chiama Bellamy ed è il primo smartwatch Swatch, anche se definirlo smartwatch forse è improprio. Il suo punto di forza? La tecnologia NFC.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Si chiama Bellamy ed è il primo smartwatch Swatch, anche se definirlo smartwatch forse è improprio. Il suo punto di forza? La tecnologia NFC.

Edward Bellamy è uno dei più noti scrittori di fantascienza americani del tardo Ottocento, reso famoso soprattutto per il suo romanzo di punta, Guardare indietro, 2000-1887, il romanzo più venduto in America dopo La capanna dello zio Tom e Ben Hur. Il libro è anche il primo che tratta apertamente di pagamenti effettuati esclusivamente con carte di credito anziché con contanti. E proprio a questo scrittore si è ispirata Swatch nel lanciare il suo primo smartwatch che, di fatto, non può essere definito propriamente uno smartwatch: il suo nome è Bellamy e rispecchia in pieno la filosofia e il pensiero che Swatch ha degli smartwatch, considerati dei giocattoli inutili con una durata della batteria problematica. Bellamy è più un orologio con funzioni tecnologiche che uno smartwatch vero e proprio, il cui principale punto di forza consiste nella presenza della tecnologia NFC.   Pertanto, Bellamy si pone in una via di mezzo tra gli smartwatch più noti e gli orologi tradizionali, classici ed eleganti – ed economici – che finora Swatch ha lanciato sul mercato. L’azienda svizzera, capendo il momento storico nel settore, si è dimostrata così intelligente nel proporre una soluzione personale e inedita nel panorama degli watch, offrendo alla clientela un prodotto che non ha nella durata della batteria un difetto, e che è esente da tutte quelle funzioni tecnologiche che spesso contraddistinguono gli smartwatch, i quali, per funzionare, di frequente hanno bisogno di uno smartwatch.   Disponibile in 4 versioni, Bellamy vanta la presenza della tecnologia NFC, che praticamente abilita i pagamenti tramite POS e sarà dunque compatibile con tutti quei servizi relativi ai pagamenti contactless. In un primo momento, pagare via NFC tramite Bellamy sarà riservato solo ed esclusivamente ai possessori della carta di credito VISA residenti negli Stati Uniti, in Brasile e naturalmente in Svizzera, mentre in una seconda fase il servizio sarà esteso anche al resto del vecchio continente, e quindi anche da noi, dove questa tecnologia non ha ancora preso molto piede.   Caratterizzato da una scocca colorata ed elegante, in pieno Swatch style, Bellamy sarà commercializzato a partire da inizio 2016 a un prezzo che si aggira tra gli 85 e i 99 dollari, ma potrà essere acquistato solamente presso le filiali di Bank of Communications, nelle quali si provvederà ad abilitare le funzionalità relative ai pagamenti via NFC. Bellamy non solo si presenta come una risposta netta alle proposte Samsung e Apple, ma suggerisce anche una scossa nell’intero settore dei dispositivi indossabili, e più in particolare degli smartwatch, proponendo sul mercato qualcosa di inedito e innovativo, finalizzato solo ed esclusivamente all’impiego di una tecnologia, pur mantenendo i suoi caratteri tradizionali di orologio tout court. Se poi questa strategia piacerà, sarà il pubblico a deciderlo. Il test, sulla carta, ci appare comunque molto interessante.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Smartwatch Swatch