Superluna blu del 31 gennaio, le cose da sapere

Secondo incredibile appuntamento con la super luna, ma stavolta sarà anche blu. Ecco le curiosità intorno al fenomeno del 31 gennaio.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Secondo incredibile appuntamento con la super luna, ma stavolta sarà anche blu. Ecco le curiosità intorno al fenomeno del 31 gennaio.

Un altro grande evento astronomico ci attende, nella notte del 31 gennaio 2018 occhi rivolti verso il cielo ad ammirare il fenomeno della superluna che stavolta sarà ancora più emozionante della volta scorsa. E’ stata ribattezzata per il caso infatti anche luna blu, andiamo a vedere perché.

31 gennaio, arriva la Superluna blu

Notte di luna piena quella del 31 gennaio, ma anche di eclissi lunare, due fenomeni che combaceranno insieme e che renderanno la notte davvero speciale. Potrà essere vista solo da chi vive in Asia, in Australia e nel Nord America. In quel caso la luna potrà apparire di rosso vestita, un fenomeno dovuto ad una particolare radiazione che viene rifratta dall’atmosfera terrestre, anche se comunemente viene detta blood moon.

Leggi anche: Galaxy X, smartphone pieghevole per 200 mila volte, dopodiché si butta?

Se però nello stesso mese si registrano due lune piene, allora si avrà una luna blu (blue moon). Questo accade perché i mesi lunari di 29 giorni non combaciano con i mesi del nostro calendario che, a parte febbraio, hanno qualche giorno in più. In questo mese abbiamo avuto già una luna piena, il primo gennaio e tra qualche giorno assisteremo al bis.

Da non dimenticare naturalmente il fenomeno della superluna, Il nostro satellite, infatti, non essendo completamente circolare, non è sempre equidistante dalla Terra. Il 31 gennaio la luna si troverà in una posizione prossima al Perigeo così da apparirci più grande e imponente. Insomma, ancora una volta lo spettacolo è assicurato, e la particolarità dell’evento è resa ancora più grande dal fatto che un fenomeno tanto raro sia capitato per ben due volte nello stesso mese, naturalmente tenendo presenti le varianti e differenze di ogni caso specifico.

Leggi anche: Google Pixel 3, finalmente arrivano i primi render dello smartphone di Big G

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tendenze del web