Submelius, il virus che ha colpito il 30% degli italiani: come rimuoverlo e come proteggersi

Il virus Submelius sembra aver colpito il 30% degli italiani che utilizzano servizi streaming dal browser Chrome: come rimuoverlo e come proteggersi.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Il virus Submelius sembra aver colpito il 30% degli italiani che utilizzano servizi streaming dal browser Chrome: come rimuoverlo e come proteggersi.

Il suo nome è Submelius e rappresenta il virus più diffuso in Italia nelle ultime settimane: sembra, infatti, che, soltanto negli ultimi giorni, abbia colpito circa il 32% degli utenti italiani. A lanciare l’allarme sono i ricercatori di ‘Eset’, casa che produce anche un ottimo antivirus, i quali sottolineano che il veicolo favorito per questo malware è il browser più utilizzato, parliamo di Google Chrome e, soprattutto, quando si tratta di vedere contenuti in streaming.

Ecco, WhatsApp, Skype e GMail: ecco il virus Android che ha letto i nostri messaggi – quale pericolo?

Cos’è e come funziona Submelius: il malware che spaventa l’Italia

Il bersaglio preferito dagli hacker che hanno sviluppato il malware Submelius sono i siti internet e i portali web che ospitano link per la visione di contenuti in streaming. Ma come si insinua nei nostri computer? Molto semplice: quando l’utente, poco prima di visionare il film o la puntata della serie tv preferita in streaming, vede apparire le classiche finestre pubblicitarie, come ‘guadagna soldi lavorando da casa’ o altre tipologie affini, il browser tende a non indirizzare ad un altro sito pubblicitario, ma ad una pagina che chiede a sua volta di andare su un altro indirizzo. Attraverso questo gioco di scatole cinesi, quando l’utente non ne più e sbaglia premendo su ‘Accetta’, allora il browser scarica un’estensione malevola e dannosa per il PC.

Qui, Xavier, cos’è e come funziona il virus che ha infettato 800 app Android: come difendersi.

Submelius: come rimuoverlo e come proteggersi

Come proteggersi da Submelius? Innanzitutto, quando si visionano contenuti in streaming, occorre fare grande attenzione e regola aurea nella selva di internet e non premere mai su ‘Accetta’, casomai è meglio andare nel registro attività e chiudere direttamente Google Chrome, qualora non si riesca a venirne fuori. Qualora, però, l’estensione fosse stata scaricata, ecco come rimuovere Submelius (l’operazione andrebbe svolta nel minore tempo possibile, immediatamente dopo l’errore): come suggeriscono i ricercatori di Eset, bisogna digitare sulla barra del browser la seguente stringa, “chrome: // extensions”, eliminando tutte le estensioni sospette; il passo successivo è quello di fare una scansione del computer con un antivirus ‘importante’, in maniera tale da capire se l’infezione si è propagata.

La morale della favola? Fate attenzione allo streaming online, si tratta del primo veicolo in assoluto per la diffusione di virus e malware.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.