Stop ai tracker online, ecco come bloccare i cookie che ci spiano

Infastiditi dai tracker dei cookie che spiano i vostri movimenti online? Ecco come fare per bloccarli.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Infastiditi dai tracker dei cookie che spiano i vostri movimenti online? Ecco come fare per bloccarli.

Non tutti sanno che le nostre attività online sono spesso attentamente osservate da coloro che si occupano di pubblicità. I cookie dei siti che visitiamo possono effettuare dei veri e propri tracker, ovvero seguire i nostri movimenti sul web. Anche Google utilizza questo sistema. La pratica è assolutamente legale, anche se il principio è grossomodo lo stesso dei criminali che vogliono rubare le nostre password.

Tracker dei cookie, ora basta

Come dicevamo, la pratica è perfettamente regolare e un colosso come il browser di Google la utilizza come impostazione predefinita quando andate a creare l’account universale. Se però proprio non vi garba questa procedura è consigliabile comunque utilizzare sempre lo stesso browser e andare di tanto in tanto a cancellare i cookie che ci sembrano sospetti. Basta andare nelle impostazioni del menu e scegliere cosa eliminare dai dati di navigazione. In questo caso avrete quindi anche una buona conoscenza dei cookie con i quali siete venuti a contatto e vi farete un’idea del mondo del web più ampia.

Potrebbe interessarti anche: The Witcher si trasforma in serie tv su Netflix, il cast completo

Ad ogni modo, ci sono anche servizi ad hoc che vanno proprio nello specifico e cancellano ogni traccia di navigazione o addirittura bloccano sul nascere questo tracker proteggendovi dai cookie molesti. Uno dei migliori è Avast. Ecco la spiegazione punto per punto fornita dall’azienda: “Questi cookie di tracciamento nascosti vengono memorizzati nel tuo pc, consentendo alle aziende di memorizzare le tue attività sul web. I tracker online vengono salvati sul pc quando si visita un sito web. Non è semplice sbarazzarsene. Tengono traccia aggressivamente delle tue attività online e possono raccogliere oltre 3000 tipi di dati personali.

Creano un dossier personale estremamente dettagliato su di te e lo vendono a diverse aziende. Gli inserzionisti possono così scegliere te fra tanti, inviarti spam sotto forma di pubblicità mirate, addirittura mostrarti i prezzi maggiorati, invadendo la tua privacy e violando il tuo diritto all’anonimato”. Il servizio antitracking di Avast offre una serie di protezioni che ci permetteranno di navigare online in tutta tranquillità.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp saluta questi iPhone, molti utenti Apple perdono la chat

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Servizi, Guide