Dongnae, startup sudcoreana, ottiene un altro round da 4,1 milioni di dollari

Dongnae raddoppia, altro round da 4,1 milioni di dollari.

di , pubblicato il
Dongnae

Soluzioni per le proprie esigenze, con il mercato immobiliare sudcoreano incredibilmente frammentato è nata la necessità di centralizzare i vari broker che si occupano di quotare e risolvere questa frammentarietà. Ecco il lavoro della startup Dongnae, un progetto nato lo scorso anno e già meritevole di due round da 4,1 milioni, raggiungendo quindi subito il totale di 8,2 milioni di dollari.

Startup Dongnae, secondo round con successo

Nata nel 2020 per idea e volere di un ex dirigente di WeWork, la startup sudcoreana Dongnae vuole creare una base centralizzata per i broker, che funga da sistema di quotazione multipla, sistema comunemente detto MLS. Dopo aver ottenuto il primo round lo scorso anno, ha aumentato i suoi partner, arrivando ora a un’interazione di 70 partner. In questi giorni la startup ha annunciato di aver raccolto un’estensione di seed di $ 4,1 milioni, raddoppiando come detto il totale raccolto a $ 8,2 milioni. Sul sito ufficiale è possibile scoprire come funziona precisamente la piattaforma della sturtup.

Il nuovo finanziamento è stato guidato dal fondo di investimento NFX, con la partecipazione degli investitori di ritorno Flybridge e MetaProp, che hanno guidato il primo round di avviamento di Dongnae. Ecco le parole di Matthew Shampine, fondatore della startup: “È un momento entusiasmante di crescita per la nostra azienda e vogliamo assicurarci di eseguire il nostro piano di go-to-market. Pete Flint e Brittany Yoon di NFX portano una straordinaria combinazione di competenza nel settore immobiliare e esperienza di avvio coreano che sarà inestimabile per Dongnae”.

Nuova app per la startup sudcoreana

Ma non è tutto, l’azienda ha infatti annunciato anche una nuova App Android che si accompagna quindi alla versione iOS già presente. L’app in questione permetterà agli affittuari e acquirenti potenziali di consultare elenchi e prenotare tour di proprietà nell’area metropolitana di Seoul.

A quanto pare, secondo le dichiarazioni dello stesso fondatore della startup, ci sarebbero in elenco oltre 8000 annunci. Insomma, un bel tour.

Concludiamo con le parole di Shampine: “Al momento del nostro finanziamento iniziale, avevamo appena lanciato il nostro programma di intermediazione per i partner, quindi in realtà avevamo un partner. Il nome del nostro primo partner è Global Real Estate, con sede a Yongsan, e in realtà era l’intermediario che mi ha aiutato a trovare il mio appartamento personale nel periodo in cui abbiamo fondato Dongnae. Sono stati un partner meraviglioso e paziente poiché la nostra organizzazione è cresciuta quest’anno e abbiamo già lavorato insieme per aiutare un certo numero di nostri clienti a trovare ottime case”.

Potrebbe interessarti anche Amazon scatenato, 9 miliardi di dollari offerti per l’acquisizione della MGG

Argomenti: