Startup unicorni, le più preziose vengono dal nord Europa e si occupano di pagamenti

Le startup più preziose, quelle che valgono di più al momento.

di , pubblicato il
startup

Si fanno largo le grandi startup del nord Europa e diventano unicorni. Si tratta di una nomenclatura offerta a quelle società che raggiungono almeno un miliardo di dollari di valore. Quali sono quindi le startup più preziose in questo momento nel vecchio continente? A quanto pare la nuova rinascita è guidata, come dicevamo, dalle società del nord.

Sturtop più preziose

Di recente vi abbiamo parlato del grande successo di Mollie, startup olandese che pochi giorni fa ha annunciato di aver chiuso un round di ben 800 milioni di dollari. Il settore dei pagamenti, mercato di cui Mollie si occupa, si rivela essere particolarmente proficuo in questo frangente, tanto è vero che al primo posto tra le società più preziose del continente c’è la svedese Klarna che appunto fornisce servizi finanziari online come pagamenti per negozi sul web e pagamenti diretti insieme a pagamenti post-acquisto.

Se Klarna occupa il primo posto, e Mollie il terzo, in mezzo abbiamo Checkout, ed ecco completato il podio, e tanto per cambiare anche in questo caso la startup si occupa di pagamenti online offrendo un’interfaccia tutto-in-uno facile da usare e compatibile con tutti i tipi di pagamento. In questo caso la location è Londra, quindi siamo in Inghilterra, confermata e ribadita la forza del nord Europa, oltre che la settorialità del successo (i pagamenti).

Nord Europa e pagamenti, il successo delle startup

La pandemia ha offerto una forte spinta al settore dei pagamenti online, ma si tratta di un fenomeno che aveva già sviluppato interessanti progressi e non accenna a diminuire. Il CEO di Mollie, Shane Happach, ha espresso parole illuminanti in merito: “Il 50% del mercato è in mano alla top ten delle piattaforme, ma il restante 50% vede circa 5mila concorrenti”. Ciò significa che i colossi del settore sono pochi, mentre ci sono tante startup più piccole in concorrenza tra loro.

Tra i big, e qui si esce dall’Europa, non possiamo certo non considerare PayPal, JP Morgan, WolrdPay e Stripe. I colossi europei però ora iniziano a farsi rispettare, e il trittico di cui vi abbiamo parlato punta in alto, sempre più.

Potrebbe interessarti anche WeRide, startup cinese per la guida autonoma, raccoglie 600 milioni di dollari in 5 mesi

Argomenti: