Spotify premium pirata, l’azienda se ne accorge e manda mail ai furbetti

Attenzione agli account pirata di Spotify, l'azienda se ne accorge e manda mail a tutti i furbetti che usavano irregolarmente i vantaggi Premium.

di , pubblicato il
Attenzione agli account pirata di Spotify, l'azienda se ne accorge e manda mail a tutti i furbetti che usavano irregolarmente i vantaggi Premium.

Forse non tutti sanno che da un po’ di tempo esiste un modo per aggirare il servizio a pagamento di Spotify ed avere quasi tutti i privilegi di un account Premium senza però pagare nulla. Naturalmente, la cosa è illegale e ora l’azienda ha trovato il modo di accorgersi del raggiro, prendendo quindi le naturali contromisure.

Spotify pirata, la pacchia è finita

Sono 88 milioni gli utenti iscritti gratuitamente a Spotify, con l’account gratuito è possibile ascoltare dalla app per smartphone un numero infinito di canzoni, ma la riproduzione del brano è casuale e gli skip per saltare e passare alla traccia successiva sono molto limitati. Insomma, scegliete un artista, ma non potete scegliere quale canzone ascoltare, vi verranno proposte alcuni suoi brani in versione random.

Inoltre, c’è la fastidiosa interruzione pubblicitaria che arriva dopo la prima mezzora di ascolto e poi diventa sempre più massiccia.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp consuma troppo, ecco come fare per risparmiare la memoria

Da pc a dire il vero la cosa è completamente diversa, l’account desk è sostanzialmente identico a quello Premium, e anche le pubblicità ci sembrano davvero ridotte all’osso, se non addirittura eliminate del tutto. Ad ogni modo, è vero che la comodità di Spotify è quella di usarlo sui device portatili, difficile che l’utente medio passi tante ore al pc per utilizzare esclusivamente la piattaforma musicale. Quindi, sono davvero tantissimi coloro che hanno deciso di passare all’illegalità pur di non pagare quelle 9,99 euro mensili (che spesso sono anche molto meno, viste le tante offerte presentate dall’azienda).

Per piratare Spotify basta scaricare l’hack pirata e inserire le loro credenziali sul tuo personale account. Finalmente però Spotify si è accorto di questa pratica illegale ed ha individuato coloro che ne fanno uso. Ecco la mail che è arrivata ai furbetti: “Abbiamo rilevato un’ attività anomala sull’ app che stai utilizzando, quindi l’abbiamo disattivata. Non preoccuparti – il tuo account Spotify è sicuro. Per accedere al tuo account Spotify, è sufficiente disinstallare qualsiasi versione non autorizzata o modificata di Spotify e scaricare e installare l’ applicazione Spotify dal Google Play Store ufficiale. Se hai bisogno di aiuto, consulta il nostro articolo di supporto su Come reinstallare Spotify […] Se rileviamo l’ uso ripetuto di applicazioni non autorizzate in violazione dei nostri termini, ci riserviamo tutti i diritti, tra cui la sospensione o la chiusura dell’account“. Vi consigliamo, quindi, di non usare assolutamente sistemi illegali per la riproduzione streaming dei contenuti in questione, sia perché è una pratica ovviamente sbagliata, sia perché ora anche molto rischiosa.

Potrebbe interessarti anche: Sky e Netflix, c’è l’accordo, scelta pessima per il satellitare

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , , , ,