Spotify per coppie, nasce nuovo abbonamento Premium Duo

Premium Duo è il nuovo abbonamento Spotify che permette di avere due account invece di uno, al costo di 12,99 euro.

di , pubblicato il
Premium Duo è il nuovo abbonamento Spotify che permette di avere due account invece di uno, al costo di 12,99 euro.

Bellissima novità in arrivo per gli amanti di Spotify, nasce Premium Duo, un nuovo abbonamento pensato per le coppie che vivono sotto lo stesso tetto. Al momento è in fase di test, ma presto potrebbe diventare realtà.

Spotify per coppie

Come per la versione Family, anche questo Spotify Premium Duo nasce per le persone che vivono sotto lo stesso tetto, un abbonamento intermedio tra la variante base e quella per famiglie.

Ricordiamo che in prezzi in tal caso sono di 9,99 e 14,99 euro, con Duo invece si hanno due account invece di cinque, ma il prezzo scende a 12,99 euro. Si ampliano quindi le soluzioni per abbonarsi al servizio di streaming musicale più famoso al mondo.

Al momento comunque si tratta solo di un test, e tra l’altro effettuato solo in Colombia, Cile, Danimarca, Irlanda e Polonia. Tra i vantaggi esclusivi una playlist Duo Mix composta da brani che piacciono a entrambi gli utenti, la possibilità di condividere l’intera libreria di musica salvata e Duo Hub, dove gestire account e impostazioni. Naturalmente, i già abbonati dei suddetti paesi potranno passare a Duo senza dover perdere tutta la libreria e le playlist precedentemente salvate.

Ecco la nota di un portavoce che ne annuncia il progetto: “l pilot di Premium Duo è parte dell’impegno di Spotify per esplorare continuamente nuovi modi per migliorare l’esperienza Premium. Eseguiamo abitualmente una serie di progetti pilota e programmi per migliorare la nostra esperienza utente, che può aprire la strada a cambiamenti più ampi del nostro prodotto o semplicemente darci importanti insegnamenti”.

Potrebbe interessarti anche 52 estensioni per Google, ecco la lista delle funzioni da aggiungere a Chrome

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: