Spotify acquisisce Podz, così il colosso svedese apre la caccia al mercato dei podcast

Importante acquisizione da parte di Spotify.

di , pubblicato il
Spotify

Lo avevamo anticipato già qualche giorno fa, Spotify ha intenzione di creare una piattaforma in stile Clubhouse, con siocial audio, per acscoltare e partecipare ai migliori podcast, ed ecco che acquisisce Podz, una startup nata proprio per scovare podcast grazie alla promozione di contenuti con brevi clip sui social media.

Spotify acquisisce Podz

Podz automatizza il processo di creazione e rende le clip prodotte dai podcast il fulcro dell’esperienza di ascolto. A quanto pare si tratta di una strategia vincente che quanto meno va molto a genio a Spotify, visto che il colosso svedese ha deciso di acquisire la società al fine di accaparrasi i suoi servigi. La startup ha rilasciato subito un comunicato ufficiale nel quale spiega mi motivi di tale acquisizione: “In Spotify, stiamo investendo per costruire e scalare la migliore (e più personalizzata) esperienza di scoperta di podcast al mondo”.

Chiaro dunque l’intento di Spotify di diventare must imprescindibile nel mondo dei podcast. Il comunicato continua: “Riteniamo che la tecnologia di Podz integrerà e accelererà gli sforzi mirati di Spotify per guidare la scoperta, fornire agli ascoltatori il contenuto giusto al momento giusto e accelerare la crescita della categoria in tutto il mondo”. Ma qual è il lavoro di Podz e perché praticamente ci rende più facili seguire i podcast?

Potify e Podz insieme

A quanto pare la trovata di Podz è davvero geniale. Poiché i podcast di solito durano più di 30 minuti, è difficile per gli ascoltatori sfogliare nuovi programmi: ascoltare un episodio di un podcast non è facile come provare una canzone di un nuovo artista. Quindi, Podz ha sviluppato quello che ha chiamato “il primo feed di notizie audio”, presentando agli utenti clip di 60 secondi da vari spettacoli.

Per creare tali spot, Podz usa il suo modello di apprendimento automatico. Questa acquisizione si inscrive con orza all’interno del progetto Greenroom che ha debuttato, come dicevamo, proprio in questi giorni.

Potrebbe interessarti anche Waymo fa passi da gigante nella guida autonoma, i robotaxi non saranno esclusiva dell’Arizona

Argomenti: ,