Snapchat vs Facebook: la guerra dei video non è poi così scontata

Snapchat e Facebook si danno battaglia sul campo delle visualizzazioni video: ma se il social network è un gigante, il primo sembra esserlo ancora di più, numeri alla mano.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Snapchat e Facebook si danno battaglia sul campo delle visualizzazioni video: ma se il social network è un gigante, il primo sembra esserlo ancora di più, numeri alla mano.

Stiamo parlando dell’eterna lotta tra Davide e Golia, nonostante entrambi i protagonisti ragionano in termini di miliardi – di utenti, di dollari, di click – nei propri fatturati: i due protagonisti in questione sono Snapchat – Davide – e Facebok – Golia – mentre il campo di battaglia è quello dei video, anzi, delle  visualizzazioni video. E visto che il social network guarda nientemeno che a YouTube nel tentativo di superare il colosso di videosharing proprio in merito alle visualizzazioni video, in realtà farebbe meglio a guardarsi alle spalle, perché dietro di lui c’è Snapchat che insegue e che presto potrebbe perfino superarlo.   E’ una guerra di numeri quella di cui stiamo parlando: Facebook vanta 1,5 miliardo di utenti iscritti, 1 miliardo di utenti attivi in media al giorno, mentre Snapchat, è di dimensioni decisamente più modeste visto che si parla di solo 100 milioni di utenti attivi quotidianamente. Eppure Snapchat insegue Facebook sui video online, gli è appena dietro, e lo possiamo sapere grazie alla diffusione dei dati che la chat ha divulgato recentemente relativamente proprio ai video online: e quindi sappiamo che Snapchat genera la bellezza di ben 6 miliardi di video visualizzati al giorno in media.   E Facebook? Genera 8 miliardi di visualizzazioni video quotidiane in media: la distanza è ancora importante – dopotutto stiamo parlando di 2 miliardi di differenza – ma a fronte dei numeri di utenti iscritti al social network e all’applicazione, possiamo tranquillamente affermare come questa guerra, Snapchat, la stia già ampiamente vincendo. Ma è proprio così? Nel conteggio dei video che cosa viene preso in esame? Cosa viene considerato? Non si tratta di statistiche viste un po’ troppo al rialzo? E stiamo parlando per entrambi i servizi. Probabilmente sì.   Nel conteggio video totale, Facebook conta infatti anche i video che vengono incorporati e condivisi dal social network stesso e che quindi provengono da fonti esterne. Anche Snapchat utilizza un metodo di conteggio che gli permette certi numeri: infatti, mentre il social network registra la visualizzazione del proprio video solo dopo 3 secondi la trasmissione, la registrazione da parte di Snapchat risulta immediata, nulla in confronto a YouTube che attende 5 secondi per registrare la visualizzazione del video o dello spot pubblicitario che precede il video stesso, tempo limite che è stato recentemente innalzato.   Fatto sta che questi numeri rappresentano un forte segnale di crescita per Snapchat, che stando all’ultima rivelazione ha triplicato le visualizzazioni dei propri video rispetto al mese di maggio, mentre Facebook, anch’esso in crescita, le ha solo raddoppiate. Senza contare che Snapchat funziona solo sui dispositivi mobile come applicazione, altro segnale emblematico che rafforza l’importanza della crescita dell’app. Secondo stime di eMarketer, inoltre, il settore dei video digitali è un trend destinato ad aumentare e ciò fa presagire come Snapchat possa proseguire ancora nel suo percorso di crescita. Se poi pensiamo che l’applicazione ha rifiutato di essere acquistata da Facebook – l’offerta era di ben 3 miliardi di dollari – forse oggi qualcuno capirà questa coraggiosa scelta che è stata senza alcun dubbio premiata dai risultati di cui sopra.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Chat, Social Network

Leave a Reply