Smartsmallphone, il telefonino piccolo come una carta di credito che ci allontana dai social

FutureModel presenta uno smartphone dalle dimensioni super ridotte e dall'approccio minimalista in controtendenza con le tecnologie del futuro.

di , pubblicato il
FutureModel presenta uno smartphone dalle dimensioni super ridotte e dall'approccio minimalista in controtendenza con le tecnologie del futuro.

Dopo gli smartphone pieghevoli, arriva una nuova tendenza per i nostri device. Stavolta la novità è in arrivo dal Giappone, e ricalca un po’ quella che era la grande tendenza fino a qualche anno fa, ovvero quella di modelli molto piccoli, soppiantata ora dal nuovo trend che vuole gli smartphone sempre più grandi e simili ad un tablet (almeno nelle dimensioni del display, meglio se con bordi quasi assenti).

FutureModel presenta lo smartphone piccolissimo

Una volta si chiamavano telefonini, appunto perché dovevano ricreare la funzionalità del telefono, ma in dimensioni ridotte, così da poterlo portare in giro con noi. Ora invece si chiamano smartphone, dove smart sta per intelligente. E se invece il futuro fosse coniare insieme i due termini, piccolo ed intelligente? Lo chiameremmo smartsmallphone? Lasciamo ai linguisti usi e funzioni di nuovi possibili neologismi e concentriamoci sul prodotto in questione.

FutureModel prevede di rilasciare un dispositivo sorprendentemente denominato chiamato NichePhone-S, uno smartphone con sistema Android in uscita proprio questo mese in patria. A dire il vero però, al di là delle dimensioni ridottissima, non sembrano esserci ulteriori specifiche di particolare interesse. Telefonare, inviare messaggi ed ascoltare musica in streaming sono le sue peculiarità, si torna quindi allo stato brado dei telefonini.

Leggi anche: Device pieghevoli, nel 2018 avremo molti dispositivi con questa caratteristica, anche Microsoft si adegua

NichePhone-S, uscita e prezzo

Uscirà in Giappone il 10 novembre ed il costo sarà di circa 95 dollari, ma le caratteristiche sono davvero esigue. Le dimensioni sono quelle di una carta di credito o di una calcolatrice se preferite questo paragone, visti i tastini sulla parte anteriore del device. Qualcuno lo ha paragonato al Light Phone, o all’operazione nostalgia di Nokia che ha rispolverato il vecchio 3310.

Quale che sia il termine di paragone di questo device targato FutureModel, crediamo che le vendite non saranno certo da capogiro, ma ci fa riflettere il fatto che ancora una volta un prodotto estremamente minimalista vede la luce in questo 2017. Segno evidente che una fetta consistente di pubblico a volte preferisce approcciarsi ad apparecchi tecnologici meno sofisticati e più essenziali, e magari allontanarsi dai social per vivere una giornata spensierata nei boschi, accompagnandosi con un semplice e piccolo cellulare per le situazioni di emergenza.

Leggi anche: Smartphone pieghevoli, anche Huawei prepara il suo device per rispondere a Samsung e ZTE

Argomenti: