Smartphone pieghevoli, c’è anche Microsoft, depositato il brevetto

Non solo il Galaxy X di Samsung, anche Microsoft brevetta lo smartphone pieghevole, ma l'idea è vecchia come l'Axon di ZTE.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Non solo il Galaxy X di Samsung, anche Microsoft brevetta lo smartphone pieghevole, ma l'idea è vecchia come l'Axon di ZTE.

Anche Microsoft si intrufola nel progetto degli smartphone pieghevoli che sta interessando le grandi aziende del settore, su tutte Samsung, ma anche Apple ha brevettato il progetto un po’ di tempo fa. A giudicare dai render però l’idea di device flessibile è più eterogenea di quanto possa sembrare.

Microsoft, brevettato smartphone pieghevole

Se si parla di smartphone flessibile, ovvero capace di piegarsi come un vero e proprio foglio di carta, il progetto Samsung con il suo Galaxy X rimane ancora ineguagliabile. Purtroppo, al momento, i rumors si sono arrestati e non sappiamo se l’azienda sudcoreana ha accantonato il progetto o ci sta ancora lavorando senza aver però trovato ancora concreti risultati da soddisfare le sue idee e lanciare quindi il prodotto sul mercato. Ad ogni modo, il progetto Microsoft sembra totalmente diverso e paragonato a quello Samsung solo per assonanze e per semplice ignoranza.

Potrebbe interessarti anche: Overwatch anniversario, novità e date dell’evento con mappa Deathmatch

Dai render relativi al brevetto infatti possiamo vedere che Microsoft sta pensando ad uno smartphone che si piega sì, ma che non presenta nessuna flessibilità. Una tecnologia che dunque nulla ha a che fare con quella studiata da Samsung, ma che usa la vecchia meccanica della chiusura a cerniera, insomma la stessa dello smartphone Axon di ZTE, già attualmente in commercio. Secondo diversi siti specializzati, l’azienda di Redmond avrebbe ottenuto il brevetto per un dispositivo pieghevole, con tre schermi, di cui quello centrale più stretto sarebbe posto sulla ‘cerniera’. Gli altri due schermi laterali saranno visibili quando il device è aperto.

Insomma, possiamo dire tranquillamente che ci troviamo davanti ad un prodotto che non presenta nessuna tecnologia da assimilare strettamente al concetto di smartphone pieghevole, inoltre al momento non ci sono indiscrezioni tanto soddisfacenti da far pensare ad una reale commercializzazione del prodotto, potrebbe quindi benissimo rimanere un semplice progetto da tenere in cantiere, o per rivenderne il brevetto poi a terzi o per altro. Inoltre, la presenza già sul mercato di un device come ZTE non fa che rendere ancora meno necessario questo progetto targato Microsoft. Bocciato subito!

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp Adidas, attenzione al pericoloso messaggio in chat

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: novità Microsoft, Nuove tecnologie

I commenti sono chiusi.