Smartphone e social network: italiani sempre più mobile

Gli italiani sono sempre più mobile: 1 su 2 possiede uno smartphone e lo sfrutta per navigare sui social network. Lo dice uno studio Gfk commissionato da Vodafone Italia.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Gli italiani sono sempre più mobile: 1 su 2 possiede uno smartphone e lo sfrutta per navigare sui social network. Lo dice uno studio Gfk commissionato da Vodafone Italia.

Una ricerca condotta dall’istituto Gfk per conto di Vodafone Italia ha fatto emergere un quadro piuttosto chiaro della situazione italiana rispetto all’universo mobile, segnalando i grandi cambiamenti che ci sono stati sotto questo punto di vista negli ultimi 20 anni, con il trionfo degli smartphone e la graduale decadenza della telefonia fissa. I risultati della ricerca dimostrano come gli italiani siano sempre più mobile, abbiano più smartphone – mentre il possesso dei cellulari, anche quelli tradizionali, riguarda praticamente tutti – e amino sfruttare le possibilità che offre la connessione mobile attraverso il proprio cellulare smart, inviando e-mail o navigando sui principali social network o, ancora, messaggiando tramite gli appositi servizi e applicazioni.   Lo studio ha scoperto che 1 italiano su 2 possiede uno smartphone, mentre il 90%della popolazione over 14 dispone almeno di un cellulare. Negli ultimi 20, inoltre, ovvero dal 1995 a oggi, le spese per l’acquisto dei cellulari si sono drasticamente ridotte, così come sono diminuite quelle relative ai servizi. Analizzando più nel dettaglio numeri e cifre, si scopre così come la crescita degli smartphone abbia subito uno straordinario incremento negli ultimi 6 anni, passando dall’1,2% della quota di mercato nel 2009 al 47,6% attuale. Allo stesso tempo, si è ridotta la spesa media per l’acquisto di un device, scendendo dai 635 euro del 2009 ai 235 euro di oggi per quanto riguarda l’acquisto di uno smartphone, e da 169 euro a 43 euro per ciò che concerne l’acquisto di un tradizionale telefonino cellulare. La forte riduzione ha riguardato anche le spese per i servizi: nel 2007, ad esempio, un utente spendeva in media 24 euro al mese; a oggi, questa cifra, si è nettamente dimezzata. Di fatto gli utenti che possiedono un telefono cellulare, negli ultimi 20 anni, è salita da 2,9 milioni a 47 milioni di unità.   L’attività preferita da quella metà della popolazione che possiede uno smartphone consiste nel navigare nel web e sfruttare i servizi offerti dalla rete, come i social network – Facebook in primis – i servizi di messaggistica e i contenuti multimediali. Il 32,4% degli italiani naviga sul web tramite dispositivo mobile – 8 anni fa era l’1,8% – e l’attività preferita è connettersi su Facebook: lo fa il 28,1% del campione analizzato, mentre solo il 14,7% preferisce approdare su altri social network, come Twitter e altri ancora.   In secondo luogo, gli italiani connessi sui dispositivi mobile amano gestire la propria casella di posta elettronica direttamente da smartphone, leggendo e inviando e-mail: lo fa il 22,8%. Un’altra pratica comunemente usata dagli utenti italiani consiste nel fruire di contenuti video (12%) e musicali (10,6%). L’informazione corre via wireless e 3G/4G, visto che stando ai dati di Gfk, il 90% circa degli utenti s”informa proprio via smartphone. Segue quindi l’utilizzo di servizi VoIP come Skype e Viber, e i servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp.   Un altro dato molto interessante riguarda la percentuale di utenti che effettua acquisti online tramite smartphone, e che rappresenta il 7,4% degli italiani: una cifra ancora bassa rispetto alla media degli altri Paesi. Altrettanto interessante l’emergere del fenomeno dei pagamenti effettuati tramite dispositivo mobile, pratica fruita dal 4,4% degli utenti e fenomeno in prevedibile crescita nei prossimi anni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tendenze del web

Leave a Reply