Smartphone e pc attaccati dai cyber criminali, come ci possiamo difendere?

Il web è un luogo pericoloso, ecco come difendersi dai cyber criminali su internet.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Il web è un luogo pericoloso, ecco come difendersi dai cyber criminali su internet.

Sempre più a rischio i nostri dispositivi, basta avere una connessione ed accedere ai nostri account personali che si finisce nel mirino dei cyber criminali. Come difendersi dai delinquenti 2.0?

Hacker, come difendersi?

I criminali del web sono dappertutto, e sfruttano ogni debolezza per farci passare un brutto quarto d’ora. Dalle app che installano malware ai sistemi di tracciabilità, il web è diventato una giungla ricca di malviventi pronti a tutto pur di caripre le nostre informazioni. I dati per l’home banking rimangono i più allettanti ovviamente, sono li i nostri risparmi e il grosso del loro affare consiste nel riuscire a metterci mano, ma anche i nostri dati personali presenti negli account social o WhatsApp non sono affatto male.

Potrebbe interessarti anche: Intel spinge sugli sport elettronici, partnership con ESL e 100 milioni investiti

A tal proposito ricordiamo che i nostri dati personali anche un valore economico non indifferente, chiedere un rimborso alle aziende quando i nostri dati non vengono correttamente protetti non è un azzardo o un’idea campata in aria. In sostanza è proprio quello che fanno gli hacker, quando entrano appunto in possesso dei nostri dati. I criminali possono rivendere tutto questo nel deep web, foto e video private finite nelle mani delle persone sbagliate possono essere davvero pericolose.

Gli hacker inoltre possono quindi decidere di ricattarci per rivenderci le informazioni e i file scaricati sulla nostra persona. Come difendersi? Prestare sempre massima attenzione ai siti che frequentiamo, è buona cosa utilizzare qualche sistema di blocco dei banner troppo aggressivi, poiché rischieremmo di cliccare dove non vorremmo. Inoltre, mai visitare siti pirata da smartphone, poiché questi dispositivi sono ancora più vulnerabili e spesso senza alcuna protezione. E per ultimo, ma non certo meno importante, chiedere l’aiuto della Polizia Postale.

Potrebbe interessarti anche: WhatsApp ci saluta e sene va, nel 2019 non funzionerà su questi smartphone

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Guide