Smartphone dannosi per il cervello o no? Le ultime dai ricercatori

Gli smartphone fanno male al cervello oppure no? E quanto incidono sul cancro? Una risposta ce la dà uno studio australiano.

di , pubblicato il
Gli smartphone fanno male al cervello oppure no? E quanto incidono sul cancro? Una risposta ce la dà uno studio australiano.

I dispositivi elettronici attaccati al nostro corpo fanno male o no? I ricercatori e gli esperti in un primo momento hanno stabilito ad esempio che gli smartphone fanno male al cervello se vi siamo troppo attaccati e che i device elettronici possono rendere sterili se li infiliamo sempre nelle nostre tasche. Su quest’ultimo punto non si sono ancora espressi, ma sul primo i ricercatori si sono espressi recentemente smentendo di fatto le prime tesi sugli effetti dannosi che gli smartphone possono avere sul cervello. A riportare quest’informazione ci ha pensato uno studio australiano.   [tweet_box design=”box_09″ float=”none”]Ma questi smartphone fanno male al cervello oppure no?[/tweet_box]   Questa ricerca effettuata dai ricercatori dell’Università di Sidney ha raccolto dati per un lasso di tempo di 30 anni, analizzando un campione di circa 34 mila soggetti ai quali è stato diagnosticato un cancro al cervello: i dati inerenti a questo gruppo di persone, monitorato dal 1982 al 2012, sono stati poi confrontati con quelli legati all’utilizzo dei telefoni cellulari, nel lasso di tempo compreso tra il 1987 e il 2012.   Questo cosa ha dimostrato? Che l’avvento dei telefoni cellulari prima e degli smartphone poi non ha inciso sull’aumento delle patologie cancerogene, non rappresentandone dunque una causa scatenante o un ulteriore deterrente. Sostanzialmente, lo studio australiano ha dimostrato che la componente femminile compresa nella fascia d’età 20-84 anni non ha registrato un incremento nell’incidenza di cancro al cervello da quando i telefoni cellulari sono stati introdotti sul mercato. La componente maschile ha invece registrato un aumento di minima portata, date le analisi effettuate nel corso degli ultimi 30 anni.   Il fattore che sembra aver più inciso sull’aumento delle patologie cancerogene sembra essere rappresentato dall’aumento dell’età, nel senso che il principale incremento di diagnosi di cancro si è verificato sugli over 70. Questo a cosa è dovuto di preciso? Semplicemente al miglioramento dell’efficacia dei sistemi di diagnostica, i quali compiono il loro lavoro in maniera più efficiente.   Siamo dunque sicuri che gli smartphone non fanno male al cervello? La sicurezza totale non la possiamo avere perché in opposizione alla ricerca australiana ci sono altri studi che detengono il contrario.

Meglio dunque essere prudenti, considerando anche che gli smartphone emettono radiazioni, che di certo nessuno afferma fare bene all’organismo.

Argomenti: , ,