Progetto Arena del Futuro per una smart mobility all’insegna di IoT e 5G

Progetto all'insegna dello smart mobility, ecco l'Arena del Futuro con 5G e IoT.

di , pubblicato il
smart mobility

Importante collaborazione annunciata ieri per il progetto Arena del Futuro. IoT (Internet of Things) e 5G insieme per uno smart mobility sempre più efficiente e sicuro. Ottimizzare la produttività dei veicoli commerciali e offrire la massima sicurezza stradale sono gli obiettivi segnati dal progetto.

Smart mobility con 5G e IoT

Ci sono Autostrada A35 Brebemi-Aleatica, Abb, Electreon, Fiamm Energy Technology, Iveco, Iveco Bus, Mapei, Pizzarotti, Politecnico di Milano, Prysmian, Stellantis, Tim, Università Roma Tre e Università di Parma in campo nel progetto Arena del Futuro. La mission è una smart mobility finalmente capace di zero emissioni lungo i corridoi di trasporto stradali, ma anche un innovativo sistema di mobilità delle persone e delle merci in grado di essere più sicuro, oltre che più ecosostenibile e conveniente.

Sfruttare al massimo la tecnologia che oggi abbiamo a disposizione, quindi 5G e Internet delle Cose, questi gli strumenti per una mobilità intelligente. Nella nota che annuncia il progetto si legge: “L’unicità di questo rivoluzionario progetto è quella di veder scendere in campo congiuntamente, per la prima volta al mondo, un pool di importanti realtà industriali internazionali affiancate da prestigiose Università e Istituzioni, con lo scopo di analizzare tutti i dati che emergeranno durante i prossimi mesi di lavoro e di studio relativi a questa avveniristica tecnologia”.

Gli step del nuovo progetto smart mobiity

Ma quali saranno all’atto pratico i prossimi passaggi di questo interessante progetto di smart mobility che intende coinvolgere le principali armi tech a nostri disposizione oggi? Punto primo, ci sarà la costruzione di un anello di asfalto di 1050 metri. Tale anello sarà alimentato con una potenza elettrica di 1MW. La strada in questione prende appunto il nome di Arena del Futuro, e dà il titolo all’intero progetto.

È situato nell’aria privata vicino l’autostrada A35, vicino all’uscita Chiari Ovest. IoT e 5G faranno da base sulla quale poggiare la tecnologia Dynamic Wireless Power Transfer, tecnologia che permetterà massima sicurezza e ottimizzazione della produttività dei veicoli commerciali. Anche la pavimentazione sarà ottimizzata al fine di renderla più durevole e non fare influire negativamente sulla carica induttiva.

Insomma, anche l’Italia si sta attivando per un mondo tech 2.0, attivando quella trasformazione digitale che tanto sembra ormai necessaria. Una digitalizzazione che muoveva i primi passi già da anni, ma che con la pandemia del Covid-19 ha ricevuto una spinta tale da bruciare le tappe quasi in ogni settore del mondo tech.

Potrebbe interessarti anche Criptovalute in crisi, Elon Musk sta rovinando Bitcoin e company

Argomenti: ,