Skype Translator: su Windows 8.1 arriva la preview

Skype Translator a breve sarà accessibile a tutti, ma intanto è disponibile una preview che può essere testata dagli utenti che dispongono di Windows 8.1.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Skype Translator a breve sarà accessibile a tutti, ma intanto è disponibile una preview che può essere testata dagli utenti che dispongono di Windows 8.1.

Skype Translator sta pian piano diventando realtà: per ora non c’è nessuna distribuzione pubblica, ma Microsoft ha rilasciato una preview su Windows 8.1 che funzionerà da test per la versione definitiva.   Annunciato lo scorso maggio durante la Code Conference, Skype Translator supporta 45 lingue – italiano compreso – e si preannuncia come un’importante rivoluzione per ciò che concerne il settore delle chiamate VoIP. A breve, le lingue non saranno più un problema.   TI POTREBBE INTERESSARE Skype: traduttore simultaneo in arrivo Come sapere se qualcuno ti ha bloccato su Skype   Per chi ancora non lo sapesse, Skype Translator è un traduttore in tempo reale che ci permetterà di parlare con persone straniere grazie all’ausilio di sottotitoli che durante la prima fase di presentazione sono sembrati piuttosto attinenti. Insomma, sotto il punto di vista delle traduzioni non dovremo correre il rischio di incappare nei grossolani errori di Bing Translator. C’è da dire che nella prima fase uno dei principali difetti del nuovo servizio era l’attesa tra una traduzione e l’altra, attesa che naturalmente frustrava la conversazione. Questo aspetto è stato migliorato negli ultimi mesi e adesso è in fase di ulteriore test sulla preview.   Chi dispone di Windows 8.1, potrà provare la preview di Skype Translator semplicemente richiedendo l’iscrizione come tester recandosi sul sito ufficiale e compilando il form proposto.   Si tratta di una fase molto importante che precede la versione definitiva del nuovo servizio di traduzione in tempo reale e che molto presto sarà accessibile a tutti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Sistemi operativi

Leave a Reply