Italiani scatenati su siti pirata e download illegale, triste primato in UE

Secondo le statistiche l'Italia è il paese che scarica più film dai siti pirata.

di , pubblicato il
siti pirata

Brutte notizie per l’Italia, secondo lo studio effettuato dall’Euipo, l’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale, siamo il paese dell’Unione Europea che scarica più film e serie tv di tutti sui siti pirata. Un primato che sicuramente non lusinga, ma che purtroppo palesa quanto lo streaming e il download illegale sia presente nel nostro paese.

Siti pirata, all’Italia il primato dei download

Thor, Justice League e Blade Runner 2049 tra i film più scaricati nella storia, Mr. Robot, The Walking Dead e Vikings sono invece le serie tv più scaricate. L’Euipo ci lascia numeri impietosi, quasi il 58% della quota di mercato dei download sui siti pirata è italiana, ciò significa che da soli scarichiamo più della metà di tutto il resto dell’Unione Europea. Sono numeri raccapriccianti che ci fanno capire quanto questa pratica sia praticamente di uso quotidiano per quasi tutti i cittadini. C’è da dire però che non sempre in Italia i film arrivano davvero. Ne abbiamo avuto un esempio agli Oscar, con tantissimi titoli in premiazione che sono arrivati da noi solo dopo la data della cerimonia, dopo che mezzo mondo li aveva già visti.

In questo caso possiamo quindi capire il vero appassionato di cinema che, per vedere pellicole introvabili nel proprio paese, ricorre ai siti pirata con i sottotitoli in italiano (quando vengono rilasciati). Di certo, anche in questo caso l’illegalità è presente, quanto meno perché rafforza quei siti pirata che vengono visitati, quindi anche se non va a colpire direttamente la distribuzione italiana (in quanto non c’è distribuzione) va comunque condannata. Possiamo però dire che, se i film sono solo dello stile di quelli summenzionati, allora non è tanto il bisogno di andare a scaricare film che in Italia non ci sono o sono arrivati in colpevole ritardo (vedi Nomadland e Minari), ma proprio la volontà totale di avere un prodotto senza pagare.

Italia illegale, occhio ai siti pirata

Ricordiamo che il nostro è anche il paese dell‘IPTV pirata, in media secondo le statistiche un abbonamento costa 3,75 euro al mese, la media annua del costo invece è di 44,98 euro al mese. In questo caso si parla di veri e propri abbonati all’illegalità, le stime ci dicono che gli italiani che usano IPTV pirata sono ammontano a 661.924 italiani. Purtroppo, la mentalità nostrana di confondere la furberia e la scaltrezza con azioni che vanno a danno del prossimo e che portano quindi a delinquere è un difetto che non siamo riusciti ancora a scrollarci di dosso.

Naturalmente, questi siti pirata dove è possibile scaricare film e serie tv sono spesso molto pericolosi. Sono infatti un agglomerato infinito di virus e malware vari, con pop up che si aprono all’impazzata fino a far impazzire il computer, insomma non è detto che poi utilizzarli sia davvero così vantaggioso, se va a finire che rovinano il PC o addirittura istallano un virus che cerca di rubare le nostre password. La grana dello streaming illegale infatti è strettamente connessa ai problemi di cybersicurezza.

Potrebbe interessarti anche La Francia è la favorita a Euro 2020, lo dice l’intelligenza artificiale

Argomenti: ,