Serie A con CR7, i diritti tv all’estero a che punto sono?

Al di là delle parole al vento e dei facili entusiasmi, quali saranno i reali benefici che Cristiano Ronaldo porterà alla serie A? I diritti tv all'estero.

di Daniele Magliuolo, pubblicato il
Al di là delle parole al vento e dei facili entusiasmi, quali saranno i reali benefici che Cristiano Ronaldo porterà alla serie A? I diritti tv all'estero.

Tutti si attendono una strepitosa ripartita dei diritti tv della Serie A, sui social si sprecano parole di entusiasmo per l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus e per il lustro che darà a tutta la competizione italiana, di nuovo al centro del mondo. Le serie A però non vive d’aria, non è automatico che tale rinascita del nostro calcio avvenga, e infatti per ora nulla è cambiato, e chi ci sta guadagnando in termini economici è giustamente solo la Juventus.

Serie A con Ronaldo, cosa cambia veramente?

Qualcosa però potrà cambiare realmente quando si troverà la formula giusta per vendere i diritti tv del nostro campionato all’estero. Come sapete infatti, per quanto riguarda la messa in onda in Italia, ormai i giochi sono fatti, nulla potrà più cambiare per i prossimi tre anni. Fino al 2021 infatti non si potrà sfruttare l’effetto Ronaldo, e possiamo probabilmente aggiungere che a quel punto sarà troppo tardi (anche se CR7 ha un contratto di 4 anni con la Juve), visto che ormai il campione portoghese si avvierà verso i 37 anni. Per le casse della Lega e quindi dei club italiani però non tutti è perduto.

Potrebbe interessarti anche: Youtube Music, Spotify e gli altri stanno uccidendo la pirateria musicale

Tergiversa la Lega per cogliere l’opportunità migliore, si preventiva infatti un guadagna dal 10 al 20% superiore proprio grazie a Cristiano Ronaldo. Con l’arrivo del portoghese in Italia, anche gli spagnoli, così come gli inglesi e tante altre nazioni nel resto d’Europa e del mondo, vorranno dare uno sguardo alla Serie A per vedere settimana per settimana cosa ha fatto CR7. Non ci sono ancora termini e scadenze, o quanto meno non sono ancora ben chiari, l’impressione è che ci sia tutto il tempo per costruire un pacchetto remunerativo che faccia entrare tanti soldini nelle casse. Sicuramente tante app di streaming in stile DAZN faranno la gara per accaparrarsi i diritti, e non mancheranno naturalmente anche le normali reti televisive locali.

Si complica invece la situazione per i diritti della serie B in chiaro, non va a buon fine il summit della Lega con Rai e Mediaset in merito all’acquisto dell’anticipo del venerdì da trasmettere gratuitamente in tv. La Rai propone 5 milioni di euro, mentre Mediaset solo la metà. Nessuna delle due offerte ha soddisfatto la Lega. C’è da dire che la presa di posizione in questo caso ci sembra spropositata, l’offerta Rai era più che ragionevole, e tutto sommato anche quella Mediaset non era malvagia, visto che la Lega ha venduto tutto il pacchetto a DAZN per soli 22 milioni di euro. Atteso un nuovo confronto per giovedì 19 luglio, ma le parti sono scettiche su un possibile accordo.

Potrebbe interessarti anche: Queste app sono le più scaricate di sempre, ma ecco anche gli sconti del Play Store

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Notizie

I commenti sono chiusi.