Samsung à la Apple con Flow e Proximity

Tra le altre novità annunciate in occasione della Samsung Developers Conference 2014, spiccano Flow e Proximity, due nuovi servizi finalizzati a ottimizzare il trasferimento dei file e delle attività e ad agevolare le nostre ricerche in fatto di marketing.

di Daniele Sforza, pubblicato il
Tra le altre novità annunciate in occasione della Samsung Developers Conference 2014, spiccano Flow e Proximity, due nuovi servizi finalizzati a ottimizzare il trasferimento dei file e delle attività e ad agevolare le nostre ricerche in fatto di marketing.

Tra le novità più interessanti annunciate da Samsung alla Developers Conference 2014, spiccano quelle relative a Flow e Proximity, due servizi che sembrano ricalcare alcune idee di Apple, ovvero rispettivamente Continuity e iBeacon. Con Flow e Proximity, Samsung punta alla condivisione dei file e alla trasmissione diretta delle informazioni, sia sotto forma pubblicitaria sia sotto forma comunicativa tout court. Forse non avranno l’appeal di Project Beyond e Gear VR, ma Flow e Proximity ci regalano nuove possibilità di interazione con i dispositivi e non sono assolutamente da sottovalutare.   TI POTREBBE INTERESSARE Samsung Gear VR Innovator Edition a dicembre: prezzo ufficiale Samsung Project Beyond: benvenuti nella realtà virtuale  

Samsung come Apple

Nella guerra tra Apple e Samsung, s’incastra anche quella tra due sistemi operativi, come iOS e Android, che è sì made in Google ma che si associa totalmente ai dispositivi dell’azienda sudcoreana. Emblematico è stato lo scambio di ironie quando è uscito iPhone 6 (Android e Samsung hanno ironizzato sulla novità di uno schermo più grande e su altre funzioni presentate come inedite ma in realtà già presenti su altri dispositivi) e quando è stato rilasciato Android 5.0 Lollipop, con tutto il suo carico di funzionalità presentate in ugual modo come grandi innovazioni, ma in realtà già presenti sul sistema operativo Apple.   Flow e Proximity di Samsung vanno nella direzione di Continuity e iBeacon di Apple, ma allo stesso tempo aggiornano l’ecosistema dei dispositivi Samsung con funzioni che ci servono.  

Cos’è Samsung Flow

Samsung Flow ci permette di condividere file e attività tra tutti i dispositivi Samsung, e quando diciamo tutti, intendiamo proprio tutti: non solo smartphone e tablet, quindi, ma anche smartwatch, computer e TV. Attraverso l’opzione Transfer, sarà possibile trasmettere una immagine o un filmato da un dispositivo all’altro operando così una condivisione efficiente per un prodotto della stessa famiglia. Allo stesso modo la funzione volge in direzione dell’utilità: pensiamo ad esempio a una videochiamata, che potremmo trasferire da uno smartphone a un tablet o da un tablet a una TV, sempre targata Samsung ovviamente.   Attraverso Defer, invece, sarà possibile bloccare un’attività su un tablet e riprenderla qualche ora dopo o sul tablet stesso oppure su una TV, un altro computer o uno smartphone, naturalmente sempre della stessa famiglia. L’attività può essere di lavoro, ma anche di intrattenimento, come ad esempio un film o una playlist musicale.   Infine, la terza funzione che investe Flow si chiama Notify e consente la condivisione delle notifiche tra diversi dispositivi. Questa opzione ci rende raggiungibili ovunque e forse non piacerà molto agli amanti della privacy, ma può rendersi molto utile a scopo professionale: se abbiamo lo smartphone lontano e stiamo lavorando al PC, la chiamata di un cliente sarà notificata anche sul computer e ovviamente sugli altri dispositivi.   Chi utilizza dispositivi Apple, avrà già notato le numerose analogie tra Flow e Continuity. Infatti, Samsung si è adeguata al trend di mercato delle features con funzioni molto simili a quelle offerte già da Cupertino.  

Cos’è Samsung Proximity

Parliamo adesso di Proximity, l’altra novità Samsung presentata durante la conferenza: Proximity è una piattaforma di marketing finalizzata a ottimizzare il livello di interazione tra rivenditore e consumatore e si basa su Bluetooth LE e necessita di un punto vendita che supporti il servizio, allo scopo di inviarvi notifiche – senza il bisogno di scaricare una specifica applicazione – legate a promozioni, offerte e informazioni in generale. Sostanzialmente, quando entrate in un negozio, sarà possibile con Proximity ricevere sui propri dispositivi Samsung tutte le informazioni e occasioni inerenti a quel punto vendita. Proximity, così come iBeacon, si basa sulla geolocalizzazione, ovvero sul rilevamento della posizione del dispositivo. La differenza tra i due sistemi è che se iBeacon funziona tramite l’app scaricata, con Proximity si rischia di ricevere maggiori informazioni, a meno che non sia presente o già in progress una possibilità di disattivare alcune funzioni del servizio.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nessuno

Leave a Reply