Rivoluzione Microsoft: Nadella nuovo CEO, Bill Gates lascia?

Satya Nadella sarà il prossimo CEO di Microsoft, ma la notizia che spiazza è un'altra: Bill Gates potrebbe lasciare la presidenza dell'azienda. Come cambierà il futuro di Microsoft?

di Daniele Sforza, pubblicato il
Satya Nadella sarà il prossimo CEO di Microsoft, ma la notizia che spiazza è un'altra: Bill Gates potrebbe lasciare la presidenza dell'azienda. Come cambierà il futuro di Microsoft?

Si preannunciano grandi movimenti ai vertici di Microsoft: stando alle ultime indiscrezioni, il CdA dell’azienda avrebbe già deciso il successore di Steve Ballmer. Sarà Satya Nadella: 46 anni, origini indiane, attuale vicepresidente esecutivo e probabilissimo futuro CEO di Microsoft.

Ma la notizia, che in parte oscura quella appena annunciata, è un’altra, riportata da Bloomberg: Bill Gates potrebbe lasciare la presidenza, come da tempo richiedono alcuni investitori. 

 

LEGGI ANCHE

Microsoft acquista smartphone Nokia: Apple e Samsung avvisate

 

I tempi stanno per cambiare a Redmond: quale futuro per Microsoft?

Abbiamo chiesto in prestito (e tradotto) una canzone di Bob Dylan attualmente molto in voga, visto che campeggia anche sulla copertina di Rolling Stones (quella con il Papa, per intenderci) per parafrasare una rivoluzione in campo Microsoft: il Consiglio d’Amministrazione starebbe infatti decidendo di promuovere alla presidenza l’attuale vice esecutivo Satya Nadella, il cui nome gira da anni tra quelli più papabili per sedersi sulla poltrona di amministratore delegato

Ma il futuro di Microsoft è legato anche a un’altra decisione: Bill Gates potrebbe lasciare. Impegnato sempre più con la moglie con la sua fondazione di beneficenza, quello di Gates alla sua azienda non sarebbe tuttavia un addio, visto che resterebbe a coordinare il settore del product development, stando a fonti interne all’ambiente.

Tra le voci più insistenti che ne indicano il sostituto, figurano quelle che parlano di John W. Thompson come suo successore, membro del CdA, impegnato nella ricerca del nuovo Ad, 64 anni, ex vicepresidente di IBM ed ex CEO di Symantec, della quale, appena entrato, rivitalizzò gli introiti. 

Sono gli investitori a desiderare un cambio proficuo al vertice e un’attenzione dell’azienda anche a livello hardware. La recente acquisizione di Nokia, a tal proposito, fa ben sperare: impegnata nel campo hardware e software, Microsoft potrebbe guadagnare numeroso credito e colmare l’attuale gap che la allontana dai principali concorrenti almeno in campo hardware. 

Che ne pensate?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Satya Nadella